Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 27 Marzo - ore 12.17

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Dalla gogna alle accuse, De Paoli: "Alessandro si deve dimettere"

Lo scorso marzo il consigliere leghista fu accusato per una frase di matrice omofoba che smentì.

Dalla gogna alle accuse, De Paoli: `Alessandro si deve dimettere`

Liguria - Domani mattina si presenterà in aula di consiglio e chiederà le dimissioni dall'incarico di presidente del Parco delle Cinque Terre per Vittorio Alessandro, finito nella bufera mediatica e social per l’inquietante foto del campo di concentramento nazista, rimossa da Facebook che ha generato in questi giorni fiumi di commenti e di strali nei confronti dell'ex comandante della Capitaneria di Porto. Il consigliere leghista dell'alta Val di Vara, Giovanni De Paoli, non fa sconti al presidente e a quella frase incriminata "Vabbé lo sterminio…però ha portato tanto turismo…” in un post pubblicato venerdì scorso che ha fatto il giro di tutta Italia.
De Paoli finì curiosamente sotto accusa lo scorso per una frase pronunciata in pubblico contestatagli ma da lui poi smentita. "Se avessi un figlio gay lo brucerei nel forno" gli costò l'inserimento nella lista degli indagati con l'accusa di diffamazione e violazione della Legge Mancino dopo l'esposto del Comitato per gli immigrati e contro ogni discriminazione di Genova. Oggi De Paoli attacca Alessandro su tutta la linea: "E' un’offesa a milioni di persone che persero la vita nei tragici eventi chiamati impropriamente in causa e visto che tale dichiarazione può rappresentare un insulto morale a tutti i discendenti delle vittime degli stermini perpetrati dai nazisti durante l’Olocausto, come consigliere regionale del territorio spezzino ho sentito il dovere di intervenire ufficialmente. La Regione Liguria, infatti, in quanto Ente pubblico espressione della volontà democratica dei cittadini e dei valori civici costituzionalmente garantiti, non può che esprimere il proprio assoluto ribrezzo per pensieri e dichiarazioni di tal fatta. Pertanto, domani in aula presenterò l’ordine del giorno per impegnare la Giunta Toti e tutti i consiglieri regionali ad esprimere una ferma condanna per la dichiarazione di Vittorio Alessandro ed a chiedere formalmente le dimissioni dal suo incarico”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure