Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 20 Ottobre - ore 21.43

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Cozzani: "Lista Toti primo partito, mentre tutti pensavano alla Lega. Risultato straordinario"

Il coordinatore
Cozzani: "Lista Toti primo partito, mentre tutti pensavano alla Lega. Risultato straordinario"

Liguria - "Questo 23 per cento è il dato politico di oggi. L'affermazione di Zaia e della sua lista era data per scontata, mentre in Liguria tutti pensavano che il centrodestra sarebbe stato trainato dalla Lega". A parlare così è Matteo Cozzani, sindaco di Porto Venere e coordinatore della lista Toti, raggiante nella serata che consegna nuovamente la Liguria a Giovanni Toti e al centrodestra. Una coalizione all'interno della quale i ruoli sono però molto diversi rispetto a quelli che si immaginavano prima dell'inizio dello spoglio.
Da anni la Lega di Salvini spadroneggiava in tutte le tornate elettorali e anche queste regionali sembravano dover consegnare al neo presidente un centrodestra a trazione leghista. Invece il Carroccio (quando le sezioni scrutinate sono 1.166 su 1.795) non riesce a ripetere il 20 per cento di cinque anni fa, si ferma intorno al 17 e lascia di fatto la leadership agli arancioni.

"Il risultato regionale è straordinario: la lista del presidente si afferma come primo partito, cosa che non ci saremmo mai aspettati. Siamo andati oltre le più rosee aspettative centrando un risultato che è frutto dell'operato del presidente e del lavoro di tutta la squadra. Inoltre - prosegue Cozzani - il voto ha sancito il fallimento del laboratorio di governo tra Pd e Movimento cinque stelle".

Quando chiediamo se a premiare in maniera così netta il governatore uscente rispetto a cotanti alleati sia stata una campagna elettorale condotta con toni moderati, il coordinatore della lista risponde: "La campagna elettorale ha ricalcato lo stile e il carattere del presidente, una persona moderata, che ascolta e che sta in mezzo alla gente. In queste ultime settimane abbiamo svolto decine di incontri e ci ha sempre messo la faccia, anche nelle difficoltà, e per prima cosa pensiamo all'emergenza Covid alla Spezia. La gente glielo ha riconosciuto".

Tra le prime dichiarazioni di Toti c'è stato il riferimento all'epidemia e alla necessità di rimboccarsi le maniche per contenere il contagio nel miglior modo possibile.
"Non ci siamo mai sottratti prima, ora lo faremo con ancora maggiore intensità: il presidente ha affrontato in questi cinque anni problematiche che non si erano mai viste in Liguria, dal maltempo al crollo del Ponte Morandi, per finire con l'epidemia da coronavirus. Tutte sfide che sono state affrontate brillantemente", commenta Cozzani.

Infine una considerazione sulla lotta al Covid delle ultime settimane, periodo nel quale alle evidenti difficoltà sperimentate nelle provincia spezzina si sono mescolati toni sempre più propagandistici. Il coordinatore scarica sugli avversari.
"Purtroppo - conclude Cozzani, per il quale si dice siano in procinto di spalancarsi le porte della Regione per un incarico amministrativo - è stato fatto un grave errore da parte dell'opposizione, che ha tentato di speculare su una situazione che non dipendeva certo da Toti. In queste occasioni bisognerebbe avere la lungimiranza di dare una mano o di stare in silenzio. Invece è stato fatto terrorismo psicologico volontariamente, e le persone lo hanno compreso".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News