Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 21 Ottobre - ore 00.22

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Bilancio regionale, Pucciarelli: "Il Pd critica Toti, dimenticando i dieci anni di Burlando"

Bilancio regionale, Pucciarelli: `Il Pd critica Toti, dimenticando i dieci anni di Burlando`

Liguria - Secondo giorno di interventi nell’aula del consiglio regionale della Liguria sul bilancio 2017. Questa mattina è stata la volta dei consiglieri del Pd che si sono espressi sfavorevolmente in merito alla Legge di Stabilità e sull’iter di approvazione dei documenti finanziari regionali presentati in consiglio.

"Sulla sanità il consigliere del Pd Giovanni Lunardon – dice Stefania Pucciarelli, consigliere regionale della Lega Nord Liguria – pur di attaccare la riforma portata avanti dal vicepresidente e assessore alla sanità Sonia Viale, ha affermato che nelle regioni italiane virtuose, dove si aprono nuovi ospedali si chiudono quelli vecchi. Quindi, in base alle sue dichiarazioni, l’ospedale di Sarzana dovrebbe chiudere. La collega Paita invece, ha criticato fortemente la proposta della giunta Toti in merito alla proroga per provvedere alla delocalizzazione delle aziende che si occupano della frantumazione degli inerti sul fiume Magra, nell’area protetta del Parco di Montemarcello. Per la Paita tali ditte dovrebbero andarsene subito, a discapito delle decine di dipendenti che in tali impianti lavorano.
Attenzione a puntare il dito contro la giunta del presidente Toti, perché le colpe sono di chi, per 10 anni, ha governato nell’immobilità. In passato, infatti, è mancato un percorso istituzionale adeguato, a fronte di un protocollo che prevedeva l’ambientalizzazione dei siti in essere con la delocalizzazione al di fuori delle aree del Parco. Ora i nodi vengono al pettine e se non fosse per la proroga della giunta regionale attuale, le ditte in questione verrebbero mandate via, come sembra volere il consigliere del Pd.
L’obiettivo deve essere quello di tutelare l'ambiente, ma al contempo non si possono chiudere gli occhi davanti ai numerosi posti di lavoro a rischio. E’ evidente come questa mattina, in aula consigliare, i rappresentati del partito democratico si siano arrampicati sugli specchi, ma non trovando un appiglio, siano finiti per scivolare nella solita, inutile e pretestuosa strumentalizzazione politica".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure