Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 10 Dicembre - ore 09.15

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Battistini si sfila dai Cinque stelle, ancora una volta

Il consigliere regionale spezzino vota diversamente rispetto ai compagni di partito sulle riparazioni navali: "Chiedo scusa ai lavoratori".

Battistini si sfila dai Cinque stelle, ancora una volta
Liguria - Meno di un mese fa il consiglio regionale ligure ha deciso di devolvere mille euro per ogni consigliere a favore delle aree terremotate del Centro italia. Il relativo ordine del giorno, sottoscritto dai componenti dell’Ufficio di presidenza, Francesco Bruzzone (presidente dell’assemblea legislativa), Sergio Rossetti (vicepresidente) e Claudio Muzio (consigliere segretario), era stato approvato con 25 voti a favore (centrodestra, Pd, Rete a Sinistra e Francesco Battistini del Mov5Stelle) e 5 astenuti (Salvatore, De Ferrari, Pisani, Melis e Tosi del Mov5Stelle). Il voto eterodosso del santostefanese Battistini aveva fatto un po' di rumore, facendo incassare al 36enne consigliere spezzino i complimenti di quei consiglieri con i quali è solito dibattere tenacemente.

Oggi, solito copione. I fatti: al termine di un lungo incontro con una delegazione di lavoratori e rappresentanti sindacali delle Riparazioni navali del porto di Genova, avvenuto in aula durante una sospensione della seduta, il consiglio regionale ha approvato una risoluzione, articolata in sei punti che sono stati votati singolarmente. L’assemblea ha così impegnato la giunta a dichiararsi contraria a qualsiasi ipotesi di trasferimento delle Riparazioni navali del porto di Genova. E veniamo ai punti. Quatto sono stati approvati all'unanimità: quelli che impegnano la giunta a “dire no a qualsiasi ipotesi di trasferimento”, “ad attivarsi in tutte le sedi più opportune per garantire la continuità produttiva e lo sviluppo delle Riparazioni navali nell’attuale sito”, “a mettere in atto tutte le iniziative volte a realizzare i necessari interventi infrastrutturali, nel rispetto della sicurezza della salute dei lavoratori e dei cittadini (i lavori per la ristrutturazione dei bacini, il completamento dell’elettrificazione delle banchine previste dal Piano Regolatore Portuale)”, ”a garantire la centralità delle riparazioni navali nel tessuto produttivo genovese e ligure, i livelli occupazionali e concrete prospettive di sviluppo”.
I restanti due, tuttavia, hanno visto Battistini, come anticipato, sfilarsi dal gruppo grillino. Infatti, i punti che impegnano la giunta “ad attuare le previsioni contenute nel Blue Print, a partire dall’ampliamento del bacino 4 e dalla realizzazione di un’adeguata zona operativa retrostante” e “a operare per assicurare l’accelerazione delle procedure per la realizzazione dei lavori del ribaltamento a mare del sito di Fincantieri di Sestri Ponente” sono stati approvati con il voto favorevole della maggioranza di centrodestra, del Pd, di Rete a Sinistra e di Francesco Battistini e il voto contrario di Alice Salvatore, Marco de Ferrari, Gabriele Pisani e Andrea Melis del Movimento5 Stelle. Da sottolineare come manchi il voto di Andrea Tosi, vice presidente del gruppo consiliare pentastellato, che ha lasciato la seduta prima del voto.

I lavoratori delle riparazioni, in sciopero per protestare contro la proposta di trasferire i cantieri per ridurre l'inquinamento, hanno contestato e interrotto l'intervento della consigliera M5S Alice Salvatore stamani a Genova durante la sospensione della seduta del Consiglio regionale. "Il Movimento da sempre si schiera a fianco lavoratori - ha risposto la Salvatore tra i fischi –, da parte nostra non c'è stata nessuna richiesta formale di spostare i cantieri a 5 km, solo un'interrogazione per chiedere alla giunta Toti se si sta muovendo per trovare una soluzione all'inquinamento atmosferico evitando la contrapposizione tra lavoro e salute dei cittadini e dei lavoratori stessi".
E poi ha preso la parola proprio Battistini: “Io sono della Spezia e non conosco bene la situazione delle riparazioni navali genovesi, ma evidentemente abbiamo sbagliato interrogazione - ha detto Battistini - perchè non esiste salute senza lavoro. Sono qui per chiedere scusa a tutti voi, uno per uno”.
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure