Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 12 Dicembre - ore 22.45

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Battistini: "Distrutto il Movimento e i suoi principi"

L'attacco, durissimo, ad Alice Salvatore: "Fine della politica dei selfie, la sua parabola si è chiusa ieri. Alla Spezia si è preferito escludere un candidato capace per nominare una candidatura inadeguata e decisa con pochissimi voti".

Battistini: `Distrutto il Movimento e i suoi principi`

Liguria - "Ieri si è chiusa, nel peggiore dei modi, la parabola politica di Alice Salvatore. Nonostante un Metodo Genova studiato e preparato da lei fin nei minimi dettagli per poter occupare, con il candidato sindaco Luca Pirondini e una lista blindata di suoi fedelissimi, tutti i ruoli istituzionali nella città di Genova, la base del MoVimento, quella calpestata e disconosciuta, l’ha bocciata sonoramente con un messaggio chiaro e inequivocabile". Da delegato spezzino in Regione per il Movimento Cinque Stelle a profondo detrattore, il consigliere regionale Francesco Battistini, fuoriuscito dal sodalizio di Beppe Grillo ed oggi esponente del neo-nato gruppo "Libera-Mente Liguria" attacca tutto e tutti: "Persino gli ultimi disperati tentativi di manipolare la votazione finale sono naufragati miseramente. Non sono bastati: la votazione avviata improvvisamente e in modo del tutto inaspettato, la drastica compressione dei tempi delle consultazioni, la scelta di un giorno feriale e di un orario lavorativo; la mancata informazione agli aventi diritto al voto, con una mail di avviso inviata solo ad una parte degli attivisti e comunque in tempi dilatati e diversi; la limitazione del diritto al voto ai soli attivisti residenti nel Comune capoluogo, ritenuto evidentemente proprio feudo incontrastato, sconfessando le consuete modalità di voto previste nei comuni capoluogo".

"A completamento di questa brutta pagina - Battistini è evidentemente un fiume in piena -, l’intervento inopportuno, pubblicato sul web da uno dei fedelissimi di Alice Salvatore, nonché personaggio notoriamente molto introdotto nel sistema M5S, e che, alla luce del risultato finale, sembrerebbe stato ispirato da una conoscenza diretta sia dell’andamento del voto sia dei nominativi dei candidati consiglieri, entrambi segreti. La responsabilità di questa sconfitta, e delle sue inevitabili conseguenze politiche, però, deve essere attribuita anche a quei vertici, sia occulti che palesi, come nel caso di Luigi Di Maio, che hanno fortemente voluto, appoggiato e sostenuto, anche pubblicamente, questa operazione che ha, di fatto, lacerato il MoVimento a Genova. Questo è solo l’ultimo passaggio di un sistematico tentativo di occupazione del potere messo in atto da Alice Salvatore. Un filo conduttore, questo, che dalla campagna elettorale per le Regionali arriva fino ad oggi e che supera i confini di Genova".

E qui Battistini chiama in causa anche le altre province liguri: "Ad Imperia, con l’allontanamento del consigliere Antonio Russo, la Salvatore ha voluto favorire l’amica Cara Glorio, oggi sparita dalla scena politica e da quel Consiglio Comunale in cui avrebbe dovuto tutelare gli interessi dei cittadini. A Savona, dove il MoVimento 5 Stelle è stato escluso, partendo avvantaggiato e contro avversari di modesta consistenza politica, persino dal turno di ballottaggio.
Alla Spezia, dove con l’esclusione plateale di un candidato capace, scelto con una partecipazione consistente di tutti gli attivisti della circoscrizione spezzina, e con un voto plebiscitario, si è arrivati a nominare, questa volta con una votazione numericamente irrilevante, una candidata sicuramente fedele alla linea dettata dalla Salvatore ma palesemente inadeguata al compito. Da sottolineare che oggi, ad oltre un mese dall’investitura della candidata sindaco, la lista di candidati consiglieri risulta ancora ignota". "Spiace - conclude il giovane politico sarzanese - fare ipotesi sui reali obiettivi di questa deriva ma i risultati portano a pensare che qualora non si tratti di semplice, per quanto grave, incapacità, possa invece trattarsi di una precisa volontà di distruggere quello che in molti, me compreso, avevano ritenuto essere l’ultimo vero baluardo di democrazia e cambiamento in antitesi al vecchio sistema partitocratico: il MoVimento e i suoi principi palesemente calpestati e traditi da Alice Salvatore e da chi, ai vertici, ne è complice".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure