Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 27 Maggio - ore 17.32

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

"Il governo taglia ma continuiamo a puntare sulla crescita"

La relazione del presidente Giovanni Toti in merito a bilancio di previsione e Legge di stabilità.

`Il governo taglia ma continuiamo a puntare sulla crescita`

Liguria - "Il governo continua anche per i prossimi anni la sua politica di tagli nei confronti degli Enti Territoriali e delle Regioni in particolare. Il contributo alla finanza pubblica delle Regioni è per il 2017 di 8,2 miliardi. Il taglio a regime è pari 5,5 miliardi quindi sul prossimo esercizio gravano ulteriori riduzioni per 2,7 miliardi di euro. Nonostante questo, la Legge di Stabilità per l’anno finanziario 2017 ha come obiettivi principali crescita e investimenti". Si apre così la relazione del presidente Giovanni Toti sul bilancio di previsione 2017-2019, sulla Legge di Stabilità e Legge collegata, temi al centro di un prolungato dibattito ieri in consiglio regionale.

Toti ha innanzitutto spiegato che "in attuazione del Grow Act è stato istituito e finanziato il Fondo strategico regionale, finalizzato ad interventi in settori determinanti per la Liguria. Il Fondo strategico, a carattere rotativo, avvia interventi di supporto finanziario a favore delle imprese: 26,6 milioni nel 2017 che arriveranno ad oltre 100 milioni nel prossimo quinquennio e 20 milioni per investimenti strutturali a sostegno degli Enti locali". Ha parlato poi di accordi per lo sviluppo (come il Gruppo Europeo di Cooperazione Territoriale (G.E.C.T.) Alleanza Interregionale per il Corridoio Reno-Alpi), sanità ("Il 2017 sarà l'anno delle grandi riforme"), trasporto pubblico locale e fiscalità. Quest'ultimo ambito vedrà la sterilizzazione della “clausola di salvaguardia” inserita con legge finanziaria per il 2015, con cui era stato previsto l’incremento l’addizionale regionale dell’Irpef, a decorrere dal 1 gennaio 2016, per far fronte alle manovre finanziarie statali, nonché il roseguimento dei benefici per i prossimi 4 anni derivanti dalla della cancellazione dell’Irap per chi fa impresa in Liguria e la proroga dell’imposta regionale sui carburanti per consentire i lavori di ripristino dei danni alluvionali o causati da altre calamità naturali, conseguentemente e coerentemente allo stato di emergenza riconosciuto venerdì dal Consiglio dei Ministri. A favore degli Enti Parco, poi, si prevede di erogare un’anticipazione di cassa, per far fronte alle esigenze più impellenti derivanti dalla gestione e dal funzionamento.
Avanti poi con la razionalizzazione di società quali Liguria digitale, Liguria ricerche e Ire. E con gli investimenti, fortemente focalizzati sul turismo ("Da sottolineare - ha detto Toti - una sempre maggiore integrazione e rapporto funzionale tra l’Agenzia regionale di promozione turistica “In Liguria” e i lavori dell’assessorato").

E il bilancio? Toti ha illustrato le previsioni di spesa, che, per il gov, denotano "alcuni importanti impegni decisi da questa amministrazione". Ci sono 31 milioni per istruzione e diritto allo studio, più di sette e mezzo per il turismo, diciotto milioni e mezzo per riqualificare territorio e patrimonio edilizio pubblico e privato, 30 milioni per sviluppo sostenibile e tutela ambieltale (un terzo per difesa del suolo). E ancora, quasi 270 milioni per trasporti e mobilità: "Per questa amministrazione rappresentano uno dei principali nodi di sviluppo e contestualmente uno dei servizi più importanti per i cittadini liguri - ha detto Toti -. Sono stati finanziati per un ammontare complessivo di 268,3 milioni ed in particolare nel programma relativo al Trasporto ferroviario sono stati stanziati 100 milioni mentre sul Trasporto pubblico locale sono stati previsti 139.4 milioni". 25 milioni poi per la missione Soccorso civile (di cui quasi 17 per interventi a seguito di calamità naturali), 59 milion per social e famiglia (26 per i disabili: 12 disabilità grave e 14 fondo sociale), poi 3 milioni e 363mila euro per la sanità (sia la parte di investimenti che quella di parte corrente).

"Resta importante - ancora Toti - il nostro sforzo finanziario su Sviluppo Economico e Competitività - 97,3 milioni - anche in riferimento al Fondo Strategico e per le Politiche del lavoro e la Formazione, per le quali, oltre ai nuovi strumenti messi in campo per la governance del sistema, prevediamo un finanziamento di 96,4 mln compreso il Fondo Sociale Europeo". Da ultimo, chiude il presidente, "in un progetto di tutela e promozione del nostro settore agroalimentare e della pesca, che riteniamo fondamentale per lo sviluppo produttivo della nostra Regione, stanziamo per i relativi programmi del settore 30 milioni compreso il Psr e il Feamp, cioè Piano di Sviluppo Rurale e Fondo europeo per la Pesca".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia










I SONDAGGI DI CDS

Mimmo Di Carlo in scadenza di contratto, vorreste vederlo ancora sulla panchina dello Spezia?
56,3% 
43,7% 






























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure