Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 18 Ottobre - ore 22.39

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Un patto per rafforzare il turismo. Follo, S. Stefano e Carrodano per ora sono fuori

Tra le misure previste dall'intesa, anche un nuovo corso sulla tassa di soggiorno, la cui destinazione vedrà direttamente coinvolto il mondo associativo e delle imprese.

Un patto per rafforzare il turismo. Follo, S. Stefano e Carrodano per ora sono fuori

Liguria - La giunta Toti ha approvato oggi il 'Patto del turismo', un'intesa per lo sviluppo strategico del settore in Liguria. I 'Patto' è stato presentato stamani al Palazzo della Borsa di Genova alla presenza del presidente Giovanni Toti e dell’assessore regionale al turismo Gianni Berrino. L’obiettivo della Regione è quello di fare squadra su un comparto, quello turistico, considerato strategico per la Liguria che ha bisogno di azioni coordinate e iniziative per raggiungere obiettivi di crescita. La volontà di avviare un percorso condiviso con i sindaci, le amministrazioni locali, gli enti parco e le associazioni di categoria era già compresa nella Legge finanziaria del 2016 che prevedeva la possibilità per Regione Liguria di invitare Comuni, Unioni di Comuni e parchi ad avere una strategia coordinata e condivisa in materia di turismo.

“Per noi – ha sottolineato il presidente Toti – il comparto turistico è fondamentale, per questo abbiamo deciso di siglare questo patto per migliorare la qualità dell’offerta turistica e governare i flussi e le ricchezze del nostro territorio, destinando risorse alla riqualificazione ambientale e paesaggistica”. Nel dettaglio i Comuni che decidono di aderire al patto devono adeguarsi, garantendo una serie di requisiti e iniziative: partecipare al progetto della app #lamialiguria fornendo i dati sugli eventi e altre informazioni relative alla propria località che possono essere utili al turista; partecipare al progetto Wifi Liguria aderendovi, se ve ne sono le condizioni tecniche; collaborare con Regione e con l’Agenzia In Liguria per la creazione e promozione dei prodotti turistici individuati dalla programmazione regionale e per la realizzazione di progetti turistici di eccellenza o inseriti nei programmi europei; gestione, anche in forma associata tra più Comuni o, in collaborazione con altri soggetti pubblici e privati, di uffici di informazione e di accoglienza turistica; in caso di istituzione di imposta di soggiorno, impegno ad utilizzare i fondi per uso turistico, almeno l’utilizzo del 60% del gettito dovrà essere condiviso con le organizzazioni imprenditoriali presenti nelle località, il restante 40% dovrà comunque essere sempre impiegato per migliorie che abbiano ricadute sul settore turistico; adesione alle iniziative di contrasto all’abusivismo in campo turistico su cui già sono stati raggiunti risultati significativi grazie all’impegno di Regione Liguria in concorso con le categorie e le amministrazioni locali; solamente i Comuni che aderiranno al 'Patto per il turismo' saranno da oggi considerati località turistiche e inseriti nell’apposito elenco. La Regione, inoltre, nel 2017 investirà oltre 10 milioni di euro, a valere sul Fondo strategico regionale, nel comparto, di cui 2 milioni dedicati interamente ai Comuni aderenti all’intesa.
“Piena soddisfazione per il risultato che oggi si è raggiunto – ha dichiarato l’assessore al turismo Gianni Berrino - frutto di un lavoro iniziato lo scorso dicembre con gli Stati Generali e che ha visto Regione, Anci e categoria dare una prima forte risposta alla mancanza di governance dovuta alla fine della gestione turistica su base provinciale. Oggi è un giorno importante per il turismo in Liguria”.

Al momento hanno già dichiarato di voler aderire al patto circa 150 Comuni, sia della costa che dell’entroterra, tra cui i 4 capoluoghi. Il totale dei Comuni aderenti rappresentano già il 91% di tutte le presenze turistiche liguri. Hanno aderito tutti i Comuni spezzini, eccezion fatta, ad ora, per Carrodano, Follo e Santo Stefano.

Plauso da Confartigianato Liguria. "Un’azione sinergica, che mette a sistema tutti gli attori del turismo ligure, per poter rispondere alle diverse esigenze del turista moderno: non solo visitare luoghi di grande fascino, ma anche usufruire di servizi collaterali di qualità e vivere un’emozione a 360 gradi – ha commentato Luca Costi, segretario regionale dell'associazione – In questo quadro l’artigianato ligure, con oltre 6mila imprese potenzialmente interessate dalla domanda turistica, non può che ricoprire un ruolo di primissimo piano nello sviluppo strategico del turismo sul nostro territorio".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure