Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 31 Ottobre - ore 20.14

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Toti al Salone Nautico: "Segnale di ripartenza". Su emergenza nazionale: "Sì se è proroga tecnica"

Dalla Fiera di Genova il presidente della Regione: "Questo evento insegna che davvero si può convivere con questa malattia e provare a rilanciare il Paese". A Conte: "Non si rinunci al dibattito".

60esima edizione
Toti al Salone Nautico: "Segnale di ripartenza". Su emergenza nazionale: "Sì se è proroga tecnica"

Liguria - “Questo 60° Salone Nautico è un ulteriore segnale di quello spirito di Genova che non è solo ricostruire un ponte, è affrontare la vita con tenacia, e dalle difficoltà creare opportunità. Come in questo caso. È un segnale concreto di una città che riparte, che è capitale in Italia per capacità, impegno, soluzioni, ed è una ulteriore incarnazione di quel modello Genova che non ci ha fatto arrendere di fronte alla tragedia del Morandi, e non ci ha fatto arrendere di fronte alla pandemia”. Così il presidente di Regione Liguria Giovanni Toti a margine dell’inaugurazione del Salone nautico di Genova. “Questo è un appuntamento che ha molteplici significati – aggiunge Toti -: ci insegna che davvero si può convivere con questa malattia e allo stesso tempo provare a rilanciare questo Paese, ed è la dimostrazione del perché la nostra regione è diventata la prima nella nautica in Italia. Questa 60° edizione è frutto di un impegno serio, portata avanti con la stessa serietà con cui abbiamo gestito tutto quello che è accaduto negli ultimi anni”.
“Si tratta – conclude Toti - della dimostrazione concreta della qualità e della tenacia del nostro tessuto imprenditoriale. È la seconda volta – prosegue - che il Salone dà un segnale di rinascita e ripresa non solo per questo territorio, ma per il Paese intero: dopo il Morandi eravamo qua con il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, oggi al tempo del Covid siamo a qui a testimoniare e a dare un segnale all’Italia intera: si può fare impresa, si può fare ripartire l’economia, si può creare lavoro anche in periodo complesso come questo”.

E sull'ipotesi di una proroga dello stato d’emergenza per il Covid-19 fino al 31 gennaio (quella attuale scade il 15 ottobre) su cui sta lavorando il governo, con il ministro Speranza che ha ribadito la linea della prudenza, il presidente regionale chiarisce: "Se si tratta di una proroga tecnica che ci consente di usare strumenti legislativi e amministrativi, di gestire gli investimenti, semplificare le modalità di spesa e di assunzione del personale, direi che è più che opportuna. Se è per scippare l’opportuno dibattito nelle sedi istituzionali corrette, il Parlamento, la Conferenza unificata, rispetto alle decisioni da prendere, è chiaro che prende altro segno. Le emergenze servono a gestire le situazioni, non ad abbattere la qualità del dibattito politico. Penso si possano fare tutte e due le cose senza particolari problemi”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News