Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 18 Luglio - ore 22.30

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Moda, più tutele per imprese e consumatori liguri

In arrivo sanzioni da 200 a 20 mila euro per chi viola la normativa europea sull’etichettatura. Costi (Confartigianato): "Una misura a tutela delle nostre microimprese e delle scelte consapevoli dei consumatori".

Moda, più tutele per imprese e consumatori liguri

Liguria - Calzature e abbigliamento made in Italy più tutelati grazie all’entrata in vigore, dal 4 gennaio scorso, delle sanzioni per chi viene meno alla normativa sull’etichettatura. A stabilirlo è il decreto legislativo 190/2017, in base al quale, per chi viola le indicazioni previste dalla direttiva europea 94/11 e dal regolamento europeo 1007/2001, rispettivamente sulle componenti delle calzature e sulle fibre e composizione dei prodotti tessili, sono previste multe dai 200 ai 20 mila
euro. Le norme previste dal decreto si applicano a chi produce, importa o distribuisce sul mercato italiano scarpe o prodotti tessili che non riportano sulle etichette dei capi e delle calzature tutte le informazioni previste dalle normative europee. "Un’importante azione di regolamentazione di una filiera, quella della moda, troppo spesso minacciata e danneggiata dal fenomeno della contraffazione – commenta Luca Costi, segretario di Confartigianato Liguria – L’auspicio è che, supportata da controlli efficaci, questa misura possa portare a risultati concreti a tutela non solo delle nostre micro imprese artigiane e delle loro produzioni di alta qualità, ma anche dei consumatori: leggere un’etichetta chiara, vera e trasparente significa poter scegliere il prodotto in maniera consapevole e informata".

In Liguria sono attive 965 microimprese artigiane del settore della moda (elaborazione Confartigianato Liguria su dati Infocamere): 587 a Genova, 149 a Savona, 125 a Imperia e 104 alla Spezia. Per la maggior parte (420) si tratta di sartorie e stilisti: 242 sul territorio genovese, 66 nel savonese, 63 a Imperia e 49 alla Spezia. Nell’abbigliamento sono attive 227 realtà: 157 a Genova, 30 a Savona, 22 a Imperia e le rimanenti 18 nello spezzino. Il tessile conta 91 microimprese genovesi, 20 microimprese a Savona, altrettante alla Spezia e 16 nell’imperiese, per un totale di 147 realtà. I calzaturieri liguri sono 20: 7 genovesi, 5 savonesi e 4 sia a Imperia, sia alla Spezia. La moda ligure comprende anche 73 microimprese di pelletteria (46 genovesi, 15 savonesi, 9 a Imperia e 3 alla Spezia), 34 pelliccerie (20 a
Genova, 9 a Savona, 3 imperiesi e 2 spezzine), 29 microimprese di calzetterie e accessoristica varia (17 a Genova, 6 alla Spezia, 3 a Savona e altrettante a Imperia) e infine l’occhialeria, con 15 realtà artigiane in regione: 7 a Genova, 5 a Imperia, 2 alla Spezia, una a Savona.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia










Come ogni estate, non c'è un giorno senza sagre. Che ne pensate?

































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News