Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Domenica 22 Luglio - ore 17.51

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

M5S: "In Liguria una casa vacanza su due non è mai stata censita"

Il portavoce Tosi tuona: “Quasi 20mila case per la Regione semplicemente non esistono, concorrenza sleale per albergatori e operatori del settore onesti. Regolamentare subito il settore”.

"UNA GIUNGLA DOVE PROSPERA L’EVASIONE FISCALE”
M5S: "In Liguria una casa vacanza su due non è mai stata censita"

Liguria - "Toti e Berrino esultano per il presunto boom del turismo in Liguria, ma basta osservare meglio i numeri per rendersi conto che sono parecchie le criticità irrisolte. Prima tra tutte, la mancata regolamentazione del settore delle case vacanza e dell’accoglienza fai da te, su cui ancora permangono enormi sacche di sommerso e attende ancora di essere disciplinata. Ad oggi, il censimento sbandierato da Regione è una fotografia parziale e sfocata della realtà, se è vero che contempla appena 15.196 delle 33.580 case vacanze attualmente disponibili in Liguria (dati Hometogo.it)". Così
Fabio Tosi, portavoce MoVimento 5 Stelle Liguria che continua: "La realtà è che oggi una casa su due in Liguria non è mai stata censita e per la Regione semplicemente non esiste, persa in una sorta di limbo, di zona grigia, al di fuori di obblighi fiscali e di riscossione della tassa di soggiorno. Stiamo parlando di quasi 20mila case vacanze, per un giro d’affari di milioni di euro ogni anno, che creano una concorrenza sleale nei confronti di chi, come gli albergatori, non solo rispetta le regole ma deve fare i conti con enormi spese di gestione e di personale. Ben venga ogni forma di concorrenza, in qualunque modalità e forma, che non può che giovare all’intero settore turistico e, in primis, ai turisti, purché ciò avvenga nel pieno rispetto delle norme".

"Invece di autocelebrazioni - continua Tosi -, è ora che la Giunta Toti metta mano una volta per tutte su un tema troppo a lungo ignorato. Da tempo auspichiamo l’acquisto di un software all’avanguardia che permetterebbe, con dei semplici algoritmi, di combattere efficacemente l’evasione fiscale in questo settore, anche e soprattutto a beneficio dei tanti operatori dell’accoglienza che hanno sempre lavorato con estrema professionalità, competenza e nel rispetto delle regole. Sono loro i primi ad essere stati danneggiati da questa giungla, che a cascata mette a rischio posti di lavoro e penalizza l’intero indotto. Su questo tema stiamo preparando un’interrogazione, che a breve sarà depositata in Regione e discussa in Consiglio regionale alla prima data utile".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia










Come ogni estate, non c'è un giorno senza sagre. Che ne pensate?

































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News