Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 02 Giugno - ore 18.10

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Liguria in zona arancione per il governo olandese, arrivano le disdette

Il ministero della Salute dei Paesi bassi accomuna il territorio ligure a quello che circonda le zone rosse del lodigiano e del padovano. Così i tour operator e agenzie possono evitare le penali.

Una beffa per il turismo

Liguria - Da ieri sera la Liguria rientra tra le regioni italiane in cui il governo olandese sconsiglia fortemente di recarsi, se non per viaggi necessari. Ovviamente a causa del rischio di contagio da coronavirus.
E subito sono iniziate le cancellazioni dei viaggi organizzati da parte di tour operator e agenzie. Una decisione, quella del ministero della Salute dei Paesi bassi, che apparentemente non è suffragata da motivazioni condivisibili, visto che la Liguria viene equiparata a Lombardia, Veneto ed Emilia-Romagna, territori nei quali la situazione è decisamente più complicata di quanto non sia nell'arco ligure. L'Italia viene divisa in base a quattro colori:
Niet reizen - Non viaggiare - in rosso le aree dei comuni maggiormente colpiti dal virus nel lodigiano e nel padovano;
Alleen noodzakelijke reizen - Solo viaggi necessari - in arancione tutte le regioni del Nord Italia (Liguria compresa);
Let op, veiligheidsrisico's - Attenzione, rischi per la sicurezza - in giallo il Lazio e la parte settentrionale delle Marche;
Geen bijozondere veiligheidsrisico's - Nessun rischio speciale per la sicurezza - in verde tutto il resto del Paese.

In Liguria, in realtà, il sistema sanitario e la task force considerano la situazione stazionaria e, di fatto, non particolarmente preoccupante. Tuttavia il problema resta: con la Liguria in zona arancione le disdette dei soggiorni nella "Bloemenriviéra" si susseguono e non ci sarà traccia di pagamento di penali. Così l'apprensione del governo olandese si tradurrà in un disastro economico per l'economia ligure.
Il secondo trimestre del 2020 sarà comunque un momento assai difficile per gli operatori del comparto turistico, visto che l'immagine dell'Italia che viene veicolata nel mondo è quella di un territorio insalubre, ma l'inserimento della Liguria nella zona arancione da parte del governo olandese rischia di rappresentare un'aggravante non trascurabile. I turisti olandesi rappresentano infatti il quinto mercato straniero per gli operatori liguri: basti pensare che stando agli ultimi dati disponibili relativi ai primi 11 mesi del 2019 le presenze olandesi in Liguria erano state ben 354.804.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








VIDEOGALLERY


















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News