Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 18 Settembre - ore 07.32

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Il vino ligure si apre al mondo, giro d'affari di 15 milioni in sei mesi

E la provincia spezzina è il traino.

export quasi raddoppiato
Il vino ligure si apre al mondo, giro d'affari di 15 milioni in sei mesi

Liguria - Importante e repentino balzo in avanti per le esportazioni di vino ligure oltre i confini nazionali, che segnano, nel primo semestre del 2018, un aumento del valore economico pari al 54% rispetto all’anno precedente. È quanto afferma Coldiretti Liguria, in base ai dati Istat sull’andamento delle esportazioni di vini all’estero, dai quali emerge che, a livello nazionale, si è registrato un più generale incremento delle esportazioni dei vini Made in Italy. Ad aver sbaragliato, però, le altre regioni è stata proprio la Liguria, dove si è passati da un giro di affari di 10milioni di euro registrati nel primo semestre del 2017, a ben 15milioni di euro nello stesso periodo del 2018. La parabola crescente non accenna a fermarsi, grazie anche alla notorietà che stanno continuando ad acquisire i vini liguri, apprezzati sia nella ristorazione sia dai singoli consumatori.

La Liguria è nota per la sua millenaria tradizione vitivinicola, ma la commercializzazione del suo vino si attestava su un mercato prettamente regionale e nazionale: dal 2012 ad oggi, invece, si stima sul lungo periodo, che le esportazioni hanno visto crescere il valore economico di quasi l’80%, e, anche se in quantità la produzione rimane ancora limitata per ovvie ragioni geografiche, in qualità non teme confronti sui mercati, dove è indubbio il grande successo riscontrato.

“Il successo del vino ligure – affermano il Presidente di Coldiretti Liguria Gianluca Boeri e il Delegato Confederale Bruno Rivarossa - è da imputarsi, oltre alla qualità intrinseca del prodotto, anche al grande lavoro fatto da tutti i viticoltori che hanno avuto il coraggio di spingere il proprio prodotto sul mercato estero. La coltivazione della vite nella nostra regione viene condotta grazie ai tipici terrazzamenti su circa 2.000 ettari di terreno nei quali si producono vini d’eccellenza che vantano il fregio di ben 8 DOC (Golfo Tigullio / Portofino DOC, Colline di Levanto DOC, Cinque Terre / Sciacchetrà DOC e Colli di Luni DOC DOC Valpolcevera Riviera Ligure di Ponente DOC, Ormeasco di Pornassio DOC e Rossese di Dolceacqua DOC) e 4 IGT.”

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News