Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 18 Novembre - ore 16.43

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Dati Bankitalia, due letture opposte. Toti: "Imboccato la strada giusta". Paita: "La Liguria va a picco"

Dati Bankitalia, due letture opposte. Toti: `Imboccato la strada giusta`. Paita: `La Liguria va a picco`

Liguria - I numeri parlano chiaro. Non in Liguria, come dimostra lo scambio di battute tra il presidente della Regione Giovanni Toti e la capogruppo Pd Raffaella Paita in seguito alla pubblicazione sull'economia ligure.
“La strada della crescita, dello sviluppo e del lavoro non è una strada facile. La Liguria sconta anni di immobilismo, di assenza di un modello di sviluppo, la crisi della grande industria e un ritardo nelle infrastrutture strategiche. Tutti fattori che non possiamo sperare di recuperare in pochi mesi. Ci vorrà tempo eppure abbiamo la certezza di aver imboccato il cammino giusto”. Così il presidente Toti commenta l’analisi della Banca d’Italia.
“Nonostante i dati di Bankitalia mostrino ancora aspetti molto preoccupanti, come il calo complessivo degli occupati – aggiunge il governatore ligure - l'ultimo trimestre rilevato anche in questo campo mostra una inversione di tendenza, con una lieve crescita degli occupati. E crescono tutti i settori strategici per l'economia regionale: il porto, sia nel settore merci che nelle crociere, il turismo, il terziario, l'export. Nonostante le grandi crisi degli anni passati, e le vertenze attualmente in corso come quella di Ilva, che continuano a destare preoccupazione, tornano a crescere anche i settori tradizionali dell'industria, e la cassa integrazione diminuisce per la prima volta in molti mesi, segno che i lavoratori assistiti con gli ammortizzatori sociali cominciano ad essere riassorbiti. Le infrastrutture attese da anni oggi sono in costruzione o in corso di progettazione, come il Terzo valico, il secondo anello ferroviario di Genova, la Gronda di ponente e presto, come promesso dal Governo, anche la nuova grande diga. E nei prossimi mesi l'apertura dello scalo di Vado Ligure e i bandi sull'area di crisi complessa di Savona produrranno certamente una nuova spinta all'occupazione in quell'area. Insomma – conclude il presidente Toti - le preoccupazioni restano, ma i segnali di una inversione di tendenza dopo anni drammatici ci sono tutti. La rotta è giusta, i risultati alla portata di mano”.

Di tutt'altro tenore l'intervento di Paita: "È arrivata l’ennesima doccia fredda, come confermano i dati di Bankitalia, dopo quelli di Istat, sindacati e Camera di Commercio (se ci fossero stati ancora dei dubbi su come sta andando a picco l’economia ligure). In sintesi siamo sotto ai 600 mila occupati, il tasso di disoccupazione nel 2016 (governava già Toti) era al 9,6% e oggi arriva al 10%. Mentre nel Nord Ovest, nello stesso periodo, cala dello 0,5%. I numeri sono testardi. Stiamo semplicemente precipitando in un baratro economico, mentre ci fanno ballare come sul Titanic sopra i tappeti rossi. Perché Toti non va sulle tv nazionali a spiegare davvero il modello Liguria? La formula che potrebbe utilizzare per spiegare la sua strategia è: più tasse e più disoccupati. È questo infatti il vero primato nazionale del centrodestra, che potrebbe essere anche un’anticipazione del modello nazionale. D’altronde ci si dovrebbe ricordare come hanno lasciato il Paese all’epoca dello spread di Berlusconi. Ed è esattamente quello che stanno facendo in Liguria".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure