Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 22 Settembre - ore 22.45

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia
56,13%
38,90%
2,42%
0,89%
0,52%
0,46%
0,24%
0,18%
0,17%
0,08%
Ultimo aggiornamento: 22/09/2020 10:02:52 Sezioni 1795 di 1795

Cisl in presidio: "Liguria vive di trasporti e turismo, rischiamo di affondare"

Cisl in presidio: "Liguria vive di trasporti e turismo, rischiamo di affondare"

Liguria - In circa 200 questa mattina si sono radunati davanti alla prefettura di Genova in occasione del presidio organizzato dalla Fit Cisl Liguria per tutelare le migliaia di posti di lavoro e di aziende minacciate dalle ripercussioni del blocco del traffico e preservare i traffici commerciali difesi dopo la tragedia del Ponte Morandi. “La Liguria vive di trasporti, di circolazione, di turismo, di portualità – dice Luca Maestripieri, segretario generale Cisl Liguria – bloccare per settimane le arterie di comunicazione vuol dire colpire al cuore la nostra regione: le imprese, i lavoratori, i cittadini. Vuol dire affondare un territorio che potrebbe essere, al contrario, elemento trainante per l’economia dell’intero Nord Ovest. Il Ministero dei Trasporti convochi tutte le parti coinvolte e si cerchi una soluzione condivisa”.

“Abbiamo organizzato questo presidio con grande senso di responsabilità, evitando di aderire a uno sciopero per non creare ulteriori problematiche e disagi ai lavoratori dell’autotrasporto e alla cittadinanza – aggiunge Mauro Scognamillo, segretario generale Fit Cisl Liguria -. La prefettura ha preso l’impegno di trasferire al Governo la nostra richiesta di apertura di un tavolo di lavoro con tutti i soggetti coinvolti. Ogni giorno 3500 mezzi pesanti passano per Genova, di questi 1500 partono dal porto vecchio per andare a Prà: la chiusura dei caselli di Pegli e Prà sono inaccettabili. Aspi aveva promesso la riapertura per il giorno 10, siamo al 16 luglio e ancora i caselli sono chiusi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia




FOTOGALLERY






















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News