Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 21 Settembre - ore 18.53

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia
60,05%
36,05%
1,65%
0,70%
0,60%
0,36%
0,26%
0,15%
0,10%
0,08%
Ultimo aggiornamento: 21/09/2020 19:01:11 Sezioni 123 di 1795

A giugno un terzo delle presenze turistiche rispetto ad un anno fa

Mentre maggio si è chiuso con un apocalittico -92%, con l'inizio dell'estate in Liguria il passivo si è ridotto cammin facendo. Alla Spezia però il saldo più severo rispetto alle altre province. Quanto ci mancano gli stranieri...

nell'ultima di giugno in provincia -60%

Liguria - Dal meno 91,57% di maggio al meno 49,96% di presenze turistiche dell'ultima settimana di giugno. È racchiusa tra queste due cifre la ripresa del turismo ligure dopo il trauma del lockdown primaverile, che tra marzo e maggio ha praticamente azzerato gli arrivi e le presenze sia sulle riviere e nell'entroterra. E se marzo e aprile erano naturalmente negativi a causa della chiusura delle frontiere regionali, il dato molto negativo di maggio non era certo un buon segnale per l'incipiente stagione estiva. A giugno però assistiamo ad una rincuorante inversione di tendenza: 609.181 presenze contro le 1.926.990 di giugno 2019 (uno dei mesi più positivi dell'anno, che aveva registrato notevoli incrementi presenze, soprattutto di stranieri); nell'ultima settimana le presenze sono state 253.637 contro le 506.914 della stessa settimana nel 2019. La risalita ha caratterizzato tutte le province, con qualche differenza: la migliore performance si è registrata in provincia di Savona (-93,6% a maggio, -46,62% nell'ultima settimana di giugno), seguita da Genova (da -87,06 a -45,15%), Imperia (da -92,77% a -54,51%). In coda La Spezia (da -93,77% a -59,39%) che lo scorso anno era stata protagonista del picco più significativo.

"La Liguria non si ferma davvero mai, nonostante tutte le difficoltà - ha detto il Presidente di Regione Liguria Giovanni Toti - non potevamo immaginare premesse peggiori per questa stagione estiva tra Covid e problemi logistici, eppure i turisti, appena possono, tornano sulle nostre spiagge e nel nostro entroterra. Grazie di cuore, a nome di tutti i liguri, a chi non ha smesso di lavorare un solo giorno per preparare l'accoglienza nella stagione più diffficile di sempre. Noi abbiamo creduto in loro e li abbiamo supportati con tempestive campagne di promozione: siamo stati la prima regione a farle nel post covid". "È un anno davvero difficile e senza paragoni - commenta l'assessore al turismo Gianni Berrino - ma è confortante vedere la rapida risalita che si è verificata in tutte le province nel mese di giugno. Sulle prime due settimane di luglio inciderà purtroppo anche il disservizio autostradale, ma attendiamo i numeri. Certo l'economia turistica non può reggersi su un 48% in meno nella stagione più importante, però la pronta ripresa significa che chi vive di turismo non si sta perdendo d'animo e si è messo al lavoro, e che l'attrattività della destinazione Liguria è ancora integra".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News