Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 02 Luglio - ore 20.18

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Un elefante ucciso ogni mezz'ora, i mandanti sono anche alla Spezia

Da gennaio a giugno sequestrati 25 pezzi d'avorio illegali per un valore di 20mila euro

sei mesi di lavoro per i carabinieri
Un elefante ucciso ogni mezz'ora, i mandanti sono anche alla Spezia

Liguria - Numerosi controlli, anche via web, hanno interessato le principali case d’asta ed antiquari della provincia spezzina. Li hanno svolti gli uomini del nucleo dei carabinieri Cites della Spezia insieme al nucleo tutela patrimonio culturale di Genova. Sono andati a caccia di avorio e l'hanno trovato: sequestrati 25 pezzi, tra cui statuette ed armi antiche, per un valore stimato di circa 20mila euro. L'Italia è il terzo esportatore mondiale di avorio lavorato. Secondo le stime della Convenzione sul commercio internazionale delle specie minacciate di estinzione (Cites) questo commercio, anche se formalmente legale, fa da volano alla richiesta di avorio in paesi come la Cina e favorisce il riciclaggio dell’avorio illegale.
E' stato stimato che ogni ora due elefanti vengono uccisi per le loro zanne. Questa mattanza sta portando la specie sull’orlo dell’estinzione. Il controllo dei movimenti dell'avorio a livello internazionale costituisce la principale arma per contrastare il bracconaggio ed il conseguente commercio illegale. Per questo il monitoraggio, anche a livello locale, è costante. I sequestri spezzini sono avvenuti tra gennaio e giugno di quest’anno e fanno parte di una campagna di controlli sul commercio dell'avorio disposta a livello nazionale e denominata Golden tusks ovvero zanne d’oro). La normativa prevede pene severissime per i trasgressori, che sono puniti con l’arresto da sei mesi a due anni e con l’ammenda da 15mila 150mila euro. Le responsabilità penali previste sono a carico sia dei venditori che degli acquirenti e la normativa punisce anche la sola esposizione o offerta in vendita.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia
















Contagi e vittime sono in calo da tempo in Italia e i numeri del Covid sono quelli che si registravano a febbraio nei primissimi giorni della futura pandemia. Voi quali sensazioni avete oggi?











Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News