Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 28 Maggio - ore 22.41

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Minacce e sextorsion. Quando vittime e carnefici hanno meno di 18 anni

Nel 2019 sono stati 19 i minorenni vittime di sextorsion, 309 quelli di età compresa tra i 14 e 17 anni. Novantanove vittime di reati informatici hanno tra i 10 e i 13 anni e 52 hanno meno di 9 anni.

Minacce e sextorsion. Quando vittime e carnefici hanno meno di 18 anni

Liguria - I due anni le denunce per ingiurie, minacce e molestie arrivate online, con vittime minorenni, sono passate dalle 116 del 2017 alle 141 del 2019. Un dato cresciuto in maniera costante, nel 2018 erano 122. I reati “virtuali” segnalati e raccolti dalla Polizia postale erano 358 tre anni fa, 388 l’anno successivo, 460 l’anno scorso. A questi numeri si accompagnano quelli relativi ai minorenni autori di questi reati: sono stati 53 nel 2017, 60 nel 2018, 136 nel 2019.
A destare particolare attenzione oltre ai reati in Liguria, tra i quali figurano anche lo stalking (13 denunce presentate nel 2017 e 18 nel 2019), diffamazione online (88 nel 2017, 114 nel 2019), furto identità su social network (80 nel 2017 e 87 nel 2019), diffusione materiale pedo pornografico online (28 nel 2017, 81 nel 2019). Particolare il dato sul “Sextorsion”, ricatti online e divulgazione di scatti privati: nel 2017 le denunce presentate erano state 33, l’anno successivo 43 e l’anno scorso 19.
Il focus è stato divulgato dalla sezione Postale della Polizia di Stato della Liguria che si è concentrata su vittime e “carnefici” rivelando le fasce di età per ogni anno preso in esame. Nel 2017 sono state 13   vittime di età inferiore a 9 anni;85   vittime di età 10/13 anni; 227 vittime di età tra i 14 e i 17 anni; 33 sono state le vittime minori di sextortion. L’anno successivo, nel 2018, 18 vittime erano di età inferiore a 9anni; 88 vittime di età 10/13 anni; 240 vittime avevano tra i 14 e i 17 anni; quarantatré sono stati minori di sextortion. Nel 2019 sono stati 19 i minorenni vittime di sextorsion, 309 quelli di età compresa tra i 14 e 17 anni. Novantanove vittime di reati informatici hanno tra i 10 e i 13 anni e 52 hanno meno di 9 anni.

Sono alcuni numeri contenuti nel report della Polizia postale che lancia a livello nazionale la campagna Safer Internet Day 2020, che quest’anno si terrà martedì 11 febbraio, la Polizia Postale e delle Comunicazioni in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, ha organizzato workshop e dibattiti sul tema del cyberbullismo su tutto il territorio nazionale.
Si tratterà di un’edizione speciale del progetto Una vita da social con lo svolgimento in contemporanea, il prossimo 11 febbraio, di incontri presso le scuole di 100 capoluoghi di provincia italiani.
Alla Spezia domani, dalle ore 10 alle ore 12,  personale del Posto di Polizia Postale e delle Comunicazioni della Spezia incontrerà gli studenti delle Scuole Secondarie di I° grado dell’Istituto Comprensivo ISA 21 di Follo e Piana Battolla. 
La Polizia Postale e delle Comunicazioni, in occasione della celebrazione della giornata mondiale della sicurezza informatica, incontrerà oltre 60.000 ragazzi uniti dallo slogan della campagna “insieme per un internet migliore”.
L’obiettivo delle attività di prevenzione/informazione è quello di coinvolgere, educare e formare i ragazzi a sfruttare le potenzialità comunicative del web e delle community online senza correre i rischi connessi al cyberbullismo, alla violazione della privacy altrui e propria, al caricamento di contenuti inappropriati, alla violazione del copyright e all’adozione di comportamenti scorretti o pericolosi per sé o per gli altri, stimolando i giovani a costruire relazioni positive e significative con i propri coetanei anche nella sfera virtuale. 
“La sensibilizzazione sui temi della sicurezza online e sull’uso responsabile della rete – dichiara Nunzia Ciardi Direttore del Servizio Polizia Postale e delle Comunicazioni - è un impegno quotidiano della Polizia Postale e delle Comunicazioni. E la collaborazione con il Ministero dell’Istruzione è imprescindibile. Iniziative come quella della giornata mondiale dedicata alla sicurezza in Internet, continua Ciardi, celebrata ormai in oltre 150 paesi tra cui l’Italia, sono di grande importanza perché aiutano a portare la sicurezza della rete all’attenzione di un grande numero di persone, giovani e adulti, che a loro volta sono ineliminabili figure di riferimento per orientare i più piccoli ad un uso sicuro e responsabile della rete”.
“Il Compartimento Polizia Postale e delle Comunicazioni Liguria – ha commentato il Dirigente Tiziana Pagnozzi – ormai da anni è attivo nella formazione sia dei ragazzi che dei genitori e insegnanti affinché la navigazione su Internet rimanga un’opportunità senza trasformarsi in un pericolo; rendere consapevoli i giovani e gli adulti con cui si relazionano dei rischi connessi al web significa anche valorizzare e promuovere positivamente  l’utilizzo degli strumenti informatici.”

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News