Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 21 Agosto - ore 13.35

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Jolly Nero, dieci anni a Paoloni: "Sentenza giusta". I familiari: "Sentenze edulcorate"

Jolly Nero, dieci anni a Paoloni: `Sentenza giusta`. I familiari: `Sentenze edulcorate`

Liguria - “E' stata una sentenza equilibrata": lo ha dichiarato Romano Raimondo, il difensore di Roberto Paoloni, comandante della Jolly Nero condannato a 10 anni e 4 mesi al termine del processo per il crollo della Torre Piloti. Per Paoloni il pm aveva chiesto 20 anni e 6 mesi. "La sentenza di condanna era attesa – ha proseguito Raimondo - essendo Paoloni il comandante della nave e principale imputato dei reati contestati. Sulla misura della pena ci riserviamo dopo aver letto le motivazioni di fare appello. Riteniamo che si tratti di una sentenza equilibrata - ha concluso Raimondo - perché arriva dopo un lungo periodo di pesante pressione mediatica che avrebbe potuto facilmente deviare il ragionamento del giudice".
Carlo Uva, legale della società Ignazio Messina, al termine dell’udienza ha aggiunto: "Ritengo che la sentenza abbia riconosciuto le nostre argomentazioni difensive”.

"Abbiamo ottenuto troppo poco da questo tribunale, soltanto un quarto di giustizia e verità. Cercheremo di conseguire i tre quarti mancanti nei prossimi due gradi di giudizio”: lo ha affermato al termine del processo l’avvocato Alessandra Guarini che assiste Adele Chiello, madre di Guseppe Tusa, una delle nove vittime del crollo della Torre Piloti. “La parte che ci ha lasciato sconcertati è stata l’assoluzione di Olmetti, l’uomo della Compagnia Ignazio Messina – ha proseguito - Anche le pene applicate ci paiono edulcorate rispetto alle richieste della procura e anche sotto questo punto di vista riteniamo che non sia stata fatta buona giustizia". Successivamente è toccato a Fabio Merella, fratello di Davide un’altra vittima del crollo della Torre Piloti, esprimere il suo malcontento per la lettura della sentenza di primo grado: “"Mi auguravo che venissero accolte le richieste del pm ma in realtà non è avvenuto. "Non bisogna aver paura di punire coloro che rappresentano i principali attori economici della città di Genova".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure