Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 23 Ottobre - ore 22.48

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Disincagliate le due navi, la chiazza inquinante può raggiungere la Liguria

Le onde hanno separato il cargo CSL Virginia e il traghetto Ulisse, ma l'olio combustibile continua a riversarsi in mare e viaggia verso Savona. E ora serve un porto per accogliere le due unità incidentate.

dopo cinque giorni
Disincagliate le due navi, la chiazza inquinante può raggiungere la Liguria

Liguria - Centocinquanta metri cubi di idrocarburi, tanta era la quantità di materiale inquinante recuperata ieri dalle navi italiane e francesi che stanno lavorando nella zona dove un traghetto tunisino e un cargo cipriota si sono speronate. Una chiazza che si è andata allargando da quando, domenica scorsa, le due navi sono venute in contatto tra la Corsica e l'Arcipelago Toscani, in pieno Santuario dei Cetacei. Ieri sera poi, intorno alle 21.20, i due mercantili si sono separati probabilmente a causa del moto ondoso e dopo che tutti i tentativi per liberare la CSL Virginia dalla Ulisse erano stati vani fino a quel momento.

Intorno alla portacontainer partita da Genova sono state stese panne assorbenti. Impegnato nell’area per le operazioni di contenimento anche un rimorchiatore Castalia. "Sono in corso valutazioni in merito al trasferimento delle due unità verso porti non italiani", fa sapere la Guardia Costiera italiana in una nota. Nelle scorse ore è avvenuto anche loo spostamento di alcune macchie, originariamente avvistate a 14 miglia dalle coste savonesi, verso sud-ovest, con relativo allontanamento dalla costa italiana.
La Guardia Costiera di Savona sulla scorta di queste informazioni, ha emanato, sempre nella serata di ieri, diffida nei confronti delle due unità oggetto della collisione. Su richiesta della Guardia Costiera italiana e direttiva del Ministro dell'Ambiente sono stati attivati tre mezzi Castalia, concessionaria del servizio di antinquinamento nazionale, che dirigono verso l’area ligure interessata per porre in essere le necessarie operazioni di contenimento dell’inquinamento. Presente sul posto anche una unità navale della Guardia Costiera di Savona.
Mezzi aerei e Nave Peluso della Guardia Costiera italiana continueranno nell’attività di monitoraggio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News