Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Domenica 27 Settembre - ore 15.36

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Coronavirus, in Liguria una nuova vittima e un nuovo cluster a Savona

alla Spezia salgono le sorveglianze attive

Liguria - Si registra una nuova vittima da Covid19 in Liguria. Si tratta di una donna di 87 anni mancata a Sanremo. Non è una giornata semplice per tutta la Liguria dove un nuovo cluster di Covid19 è stato individuato in un ristorante a Savona. Lo ha confermato il governatore Giovanni Toti. "Il cluster comporta un nuovo numero di persone positive - ha detto -. Al momento si tratta di 18 nuovi casi di contagio. Sono stati effettuati 100 tamponi di verifica".
Nei dati aggiornati alle ultime 24 ore, che non comprendono ancora il nuovo cluster, sono stati registrati solamente due nuovi positivi a fronte dei 10052 da inizio emergenza. Stando al bollettino divulgato poco fa il totale dei casi positivi è di 1.162, 25 dei quali nella nostra provincia (uno in meno), 76 a Savona, 107 a Imperia, 810 a Genova dove si registra il calo più sensibile. Nell'Asl 5 gli ospedalizzati sono 3 mentre a livello regionale il dato sale di 1 attestandosi a 29 (nessuno dei quali in terapia intensiva). Passa invece da 173 a 156 il numero dei liguri in isolamento domiciliare mentre le sorveglianze attive aumentano anche oggi salendo a 484 rispetto alle 440 di ieri (da 74 a 82 nello Spezzino).

Per quanto riguarda invece i guariti con due test negativi in Liguria sono 22 in più rispetto a ieri (da 7323 a 7345) mentre il dato di tamponi effettuati è salito di 1.509 attestandosi a 169.186. Oggi la Liguria conta una nuova vittima portando il dato totale a 1565, 142 dei quali nella nostra provincia.

In una nota la Regione Liguria illustra quanto avvenuto a Savona. "Oggi nel bollettino risultano due i casi positivi e 21 casi in meno, rispetto a ieri, ma abbiamo rilevato un cluster nel savonese i cui dati si stanno concretizzando e che comporta, al momento, 18 nuovi contagi per i quali sono stati effettuati oltre 100 tamponi di verifica”. Lo ha comunicato questo pomeriggio il presidente di Regione Liguri Giovanni Toti, insieme alla vicepresidente e assessore alla sanità Sonia Viale, al commissario straordinario di Alisa Walter Locatelli e al responsabile prevenzione dell’azienda Filippo Ansaldi.

Il nuovo cluster si è verificato in un ristorante di Savona che è stato precauzionalmente chiuso, dove, nei giorni scorsi, due tavoli di avventori sono risultati positivi al Covid.
“Al momento nessuna delle persone positive – ha detto il presidente Toti – sta male e non vi sono situazioni critiche dal punto di vista clinico. Stiamo procedendo a tracciare la catena epidemiologica sulla base della provenienza delle persone ai due tavoli”. E’ evidente pertanto che già da domani nel bollettino i nuovi casi positivi saranno presenti e saranno riconducibili al cluster savonese”.
“Il sistema di controllo di Alisa ha funzionato al meglio e con straordinaria tempestività – ha sottolineato l’assessore alla sanità Sonia Viale – le 18 persone risultano sparse nella provincia di Savona, ma non si tratta di un cluster localizzato in una città sola, ma sparpagliate in più di una decina di località del savonese. Per quanto riguarda il fattore di rischio siamo in quadro di assoluta tranquillità con il fattore RT a 0,67. Abbiamo ritenuto di dare conto di questa attività effettuando un attento tracing sul territorio della ASL 2 Savonese che, tra l’altro, ha maturato un’esperienza anticipata rispetto alle altre ASL liguri. L’obiettivo di tutti è infatti quello di circoscrivere il virus. Un’attività di vigilanza che si accompagna alla ripresa delle normali attività sanitarie, tra cui la riapertura molto attesa dei CUP”.
“Quella che stiamo conducendo sulla ASL 2 Savonese è un’indagine molto serrata – ha ribadito il prof Ansaldi – perché coinvolge centinaia di persone, molte delle quali dovranno stare in isolamento, come prevede la norma, per circoscrivere più velocemente il focolaio. La procedura di Alisa prevede infatti che i contatti dei contatti stiano in quarantena fin quando si ha la conferma o meno della positività”.

E intanto domani tre medici di ALISA si recheranno nella ASL 2 Savonese per supportare i medici nelle attività di prevenzione

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia






FOTOGALLERY




















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News