Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 06 Giugno - ore 21.21

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

"Oggi per la Liguria è una giornata pesante"

Il presidente ligure per la prima volta dall'inizio dell'emergenza anticipa il bollettino rivolgendosi alla popolazione: "Siamo nell'ora più buia, i casi stanno aumentando, abbiamo bisogno di non avere nuovi contagiati dopo".

il punto di toti

Liguria - "Oggi è una delle giornate più pesanti per la Liguria da quando è iniziata l'emergenza Covid-19. Perché il picco cresce e le misure di contenimento stretto daranno i loro effetti soltanto a partire dalla settimana prossima, specie se lo faremo con grande rigore. Sono momenti di grandi ricoveri nei nostri ospedali, che abbiamo preparato per tempo: nessuno rischia di rimanere senza cure, ma invito chi è preoccupato o non si sente al meglio di non andare al pronto soccorso ma chiamare il 112. Solo chi ha bisogna di cure deve entrare negli ospedali". Il presidente ligure per la prima volta dall'inizio dell'emergenza anticipa il bollettino rivolgendosi alla popolazione, ricordando quanto questa guerra sia soltanto all'inizio: "E' giusto dopo un'intera giornata a casa poter fare attività fisica ma fatelo nel vostro quartiere, facendo qualche giro del palazzo e non andando a correre dov'è più bello. Ognuno deve fare il proprio dovere, chi a casa, chi al lavoro, chi in prima linea. Siamo nell'ora più buia, i casi stanno aumentando, abbiamo bisogno di non avere nuovi contagiati dopo. Quindi bisogna stare in casa, se tutti continueranno a fare così seriamente noi ce la faremo. E io penso anche in un tempo breve".

Protezioni, dpi, a che punto siamo? "Rimane il problema dei dpi e siamo certi che fra giovedì e venerdì arriveranno. Ieri sera ne sono arrivate dalla Protezione civile nazionale, circa 4mila che però bastano per una sola giornata. Stiamo comprando materiale in Cina, altro è stato donato e per questo li ringrazio. Contiamo che le nostre linee di produzione dedicate entrino in produzione e non appena gli ospedali saranno coperti, con le sufficienti scorte, ovviamente siamo a disposizione per tutte le categorie esposte. Farmacie, lavoratori che hanno a che fare con il pubblico, fino a cercare di dare una mano al mondo dell'industria, che deve restare aperto e continuare a lavorare".

Ogni provincia avrà un hub per i soggetti che non possono subito tornare a casa e rimangono in "dimissioni protette": "Aspettiamo a giudicare il decreto governativo, domani è prevista una conferenza a distanza per gli approfondimenti. Ringrazio i giovani neolaureati che stanno entrando nei reparti per dare una mano, c'è un mondo che sta lavorando per l'emergenza, c'è il mondo di chi continua col suo lavoro per dare servizi ad un paese che non può fermarsi del tutto e che deve essere pronto, un domani, a ripartire. Stiamo lavorando per aumentare i presidi - Toti cita anche il San Bartolomeo di Sarzana - tutte le loro province avranno un loro hub per le convalescenze. E poi la nave-traghetto trasformata e da lunedì ci darà un aiuto in più".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









VIDEOGALLERY

















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News