Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 15 Agosto - ore 17.35

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

"Liguria regione maglia nera nella lotta all'amianto. E alla Spezia nessuna iniziativa"

"Liguria regione maglia nera nella lotta all'amianto. E alla Spezia nessuna iniziativa"

Liguria - L’associazione A.F.E.A è reduce dal Convegno Amianto di Casale Monferrato e dalla Conferenza Governativa Amianto di Venezia tenutasi presso la Fondazione Cini sull’isola di San Giorgio. "Purtroppo non si è verificato ciò che auspicavamo. Vale a dire che i Ministri intervenuti, Renato Balduzzi – Salute, Corrado Clini – Ambiente, Elsa Fornero – Welfare,
avrebbero dovuto ascoltare le associazioni relativamente alle aspettative degli esposti ed ex esposti all’amianto. Si è verificato, ancora una volta, l’esatto contrario: i Ministri hanno parlato dei soliti argomenti già ampiamente conosciuti e più volte dibattuti guardandosi dall’esporre ciò che il loro governo intende fare o si accinge a fare per gli esposti all’amianto. Ma non avrebbero potuto dire alcunché per una semplice ragione: il governo non ha in programma alcun provvedimento da adottare per sanare l’incresciosa e vergognosa situazione degli esposti ed ex esposti".

"Ancor più scandalosa se si pensa che a 20 anni esatti dall’emanazione della legge 257/92 che ha bandito l’uso dell’amianto nulla è stato fatto, o comunque, molto poco. In particolare la regione Liguria che è risultata essere la regione prima inadempiente per:
l'attuazione del Piano Regionale Amianto (legge Regione Liguria 6 marzo 2009, n. 5), il Renam, Registro Nazionale Mesoteliomi, non aggiornato, la sorveglianza sanitaria degli ex esposti totalmente assente. Difatti, a riprova di quanto sopra, le nostre “Denunce di Presenza Amianto” sono rimaste inascoltate tant’è che procederemo, in tempi brevi, nei confronti dei comuni denunciati all’inoltro delle denunce presso la Procura della Repubblica competente. Qualora ciò non fosse sufficiente arriveremo alla Corte Europea dei Diritti
fell’Uomo".

"Le amministrazioni locali - spiegano i rappresentanti dell'A.f.e.a - non vogliono ascoltare non riuscendo a metabolizzare il fatto che, presto o tardi, la problematica della bonifica amianto andrà affrontata. Si trincerano dietro il consueto tormentone di “non ci sono soldi” salvo poi sperperarli in azioni non sempre lecite (a tale proposito la vicenda “mani unte”
insegna). Nello specifico il comune della Spezia non ha mai preso una singola iniziativa in tal senso ignorando la nomina che la città si è guadagnata sul campo: la Spezia – città del Mesotelioma Pleurico (a livello mondiale). Come non ricordare le migliaia di ammalati e di deceduti della Marina Militare (386 casi di mesotelioma pleurico al 2010 e oltre 13.000 portatori di asbestosi e altre patologie correlate all’amianto) oppure la vicenda della “discarica di Pitelli” dove, a sentenza avvenuta, i morti del paesino ligure sono stati uccisi una seconda volta. Ma noi non ci fermeremo. Assieme ad altre autorevoli associazioni e comitati di tutela ambientale daremo battaglia nelle sedi opportune agendo, come è nostro
costume, nella legalità e nell’ambito delle vigenti leggi".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia






FOTOGALLERY











Covid-19, cosa ti aspetti nei prossimi mesi?











Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News