Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 15 Gennaio - ore 22.10

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Toti: "Ritorno a scuola? Insensato riaprirle per pochi giorni per poi richiudere"

Ieri sera riunione Governo-Regioni per decidere le regole della settimana ventura e il nuovo Dpcm che diventerà esecutivo dal 16 gennaio: "Si torni alla colorazione per regioni ma si modifichino i criteri. Non solo l'Rt è indicatore",

dopo il confronto

Liguria - Tre ore di riunione per aggiornarsi a domani. E' terminata intorno alla mezzanotte la video-assemblea fra Regioni e Governo per trattare quelle che saranno le misure a partire dal 7 gennaio, giorno in cui decadrà il decreto Natale. Gli enti territoriali hanno concordato con l'Esecutivo sul fatto che stiamo vivendo ancora un momento complesso, in cui il tasso di diffusione del virus è tornato a crescere, in Europa come in Italia. Senza dimenticare che non sono ancora noti tutti i risvolti della cosiddetta “variante inglese”, con un maggiore tasso di contagiosità. Come detto, il Governo è orientato ad inasprire le misure, anche contemplando il ritorno alle colorazioni secondo il grado di rischio rilevato. "E' giusto tornare alle cosiddette zone gialla, arancione e rossa - ha spiegato Toti a margine - ma occorre rivedere i criteri. Oltre al criterio dell’Rt come proposto dal Governo, occorre però, per avere corretti dati per decidere, considerare anche la classificazione dei tamponi, contando quelli antigienici, il tasso di incidenza del virus e il numero di pazienti negli ospedali. Altrimenti si rischia di avere delle classificazioni regionali ingiuste e penalizzanti, o addirittura assurde, che puniscono chi fa più tamponi". Toti fa riferimento anche alle scuole visto che, fatto salvo ciò che si è detto a inizio dicembre, si dovrebbe ripartire in presenza dimezzata fra qualche giorno: "Penso che dove saranno prevedibili e necessarie nuove misure restrittive, è inutile riaprire le scuole superiori per pochi giorni, magari due, per poi richiudere. Questa sarebbe solo una decisione politica voluta da qualcuno nel Governo per mettere la propria bandierina, senza nessun vantaggio per gli studenti e con molti ulteriori disguidi per le famiglie". Ed oggi continuerà il confronto sia per le regole che varranno dal 7 al 15 gennaio, sia sul nuovo Dpcm che diventerà esecutivo, a partire dal 16 gennaio per le settimane a venire.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News