Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 09 Dicembre - ore 21.47

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Passerelle su aree demaniali, canoni dimezzati

Passerelle su aree demaniali, canoni dimezzati
Liguria - Da oggi tutti i cittadini liguri che, per accedere alle loro abitazioni dovevano transitare su una passerella su un’area demaniale, pagheranno il 50% in meno del canone dovuto. Lo ha deciso la Giunta Toti, su proposta dell’assessore regionale alla Difesa del Suolo, Giacomo Giampedrone. L’iniziativa da un lato vuole andare incontro alle esigenze di persone, spesso anziane, proprietarie di case in aree disagiate che fino ad oggi dovevano corrispondere come minimo 200 euro l’anno e dall’altro mantenere il presidio del territorio dove tali abitazioni insistono. La Giunta ha previsto infatti una riduzione del 50% del canone, nel caso in cui le passerelle pedonali costituiscano l’unica via di accesso a servizio dell’abitazione principale. “Alla base di questa decisione – spiega l’assessore Giampedrone – vi è la volontà di limitare un esborso che negli anni era diventato molto significativo per l’accesso a un bene fondamentale come la prima casa, e andare incontro così a soggetti che occupano abitazioni, collocate in genere in zone disagiate del territorio ligure, che però hanno un ruolo di presidio territoriale”. Fino al 2014 i canoni demaniali venivano corrisposti alle Province, successivamente con la Legge Delrio, le competenze sono passate in capo alle Regioni. “Si tratta di un impegno che abbiamo portato a termine per andare incontro alle esigenze di cittadini che hanno investito i risparmi di una vita per l’acquisto della prima casa – spiega l’assessore Giampedrone – Un’iniziativa che è stato possibile concretizzare vista una somma non elevata del mancato introito. Ma accanto a questi ci sono anche aziende che insistono su aree demaniali e pagano canoni molto elevati per i quali stiamo studiando come poter intervenire, tenendo conto che un ulteriore mancato introito in questo caso andrebbe a ridurre pesantemente i finanziamenti a disposizione per gli interventi di manutenzione del territorio e per il pagamento del personale trasferito alla Regione dopo la cancellazione delle Province per effetto della Legge Delrio”.
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure