Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 16 Agosto - ore 22.30

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Oneglio replica a Melis: "Le spiagge libere in Liguria sono aumentate, seppur di poco"

Oneglio replica a Melis: `Le spiagge libere in Liguria sono aumentate, seppur di poco`

Liguria - Gianmarco Oneglio, presidente di Fiba Liguria, replica al consigliere regionale del Movimento cinque stelle, Andrea Melis, che aveva denunciato la riduzione dell'estensione delle spiagge libere lungo le coste liguri.
"Mi preme precisare - afferma Oneglio - che le spiagge libere in Liguria sono tutt’altro che diminuite in questi anni anzi vi è stato un incremento seppure marginale a causa delle molte spiagge libere attrezzate che sono riuscite ad essere assegnate. Gli investimenti della Regione nelle spiagge libere sono quasi raddoppiati e sono frutto quasi totalmente dell’imposta sulle concessioni degli stabilimenti balneari e del lavoro di concerto con la Regione. In Liguria il libero accesso gratuito alla balneazione è sempre garantito ovunque, se ha casi da indicare li dica e il sindacato che rappresento si farà parte attiva con le autorità competenti al fine che ciò non accada. Le eventuali riforme dei P.u.d. da Melis ventilate con aumento delle spiagge libere ridurrebbe i finanziamenti per pulizia e ripascimento di quest’ultime e aumenterebbe gli oneri per gli enti locali, nonché diminuirebbe ovviamente il numero di addetti al salvataggio impiegati sul territorio. Senza considerare che costituirebbe un danno per il demanio marittimo e inoltre chi e come deciderebbe gli stabilimenti da riconvertire? Lui, i Comuni… si tira a sorte?".

"L’equilibrio tra spiagge libere, stabilimenti balneari e spiagge libere attrezzate - prosegue Oneglio - è frutto di un delicato equilibrio tra offerta turistica, domanda e sostenibilità ambientale da valutarsi comune per comune, non si può pensare che Alassio abbia le stesse esigenze turistiche di Sarzana o di Vallecrosia. Banalizzare il problema degli “afflussi di Alassio” e della richiesta del “numero chiuso” dicendo che non ci sono spiagge libere non aiuta nessuno, non è propositivo ne serve a risolvere il problema solo ad esacerbare ancora di più gli animi.
Comunque ci rendiamo disponibili ad un confronto costruttivo ove si ritenga necessaria la nostra collaborazione ad ogni livello chiediamo solo di non fare qualunquismo sulla pelle di 30mila imprese e famiglie".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure