Città della Spezia Liguria News Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 22 Maggio - ore 08.00

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Nervi tesi, attenzione alla linea o cucina light? Il metabolismo dei liguri funziona

La mappa regionale del rischio "obesità" mette in cima alla classifica la Campania. Noi e gli altoatesini i cittadini meno goduriosi...

Nervi tesi, attenzione alla linea o cucina light? Il metabolismo dei liguri funziona

Liguria - Cibo, cibo, cibo e ancora cibo. La mastercheffite è "malattia" di questi sordi anni '10 e la cucina, nel paese dove mangiare è godere e non solo nutrirsi, è tema degli argomenti degli italiani, capaci di mangiare e contemporaneamente parlare di mangiare. E' vero che la dieta mediterranea continua ad essere la più consigliata per stare bene, resta da chiedersi se la contaminazione con il resto del mondo ha in qualche modo inciso sull'attenzione per l’alimentazione intesa come aspetto fondamentale della salute. Qualcosa ce lo raccontano i dati, raggruppati dal Centro Nazionale di Epidemiologia, e pubblicati tramite il portale Epicentro. Alla base del report risiede il concetto di Indice di Massa Corporeo da calcolare come rapporto tra il peso espresso in Kg e il quadrato dell’altezza espressa in metri.

L'assunto di fatto è rappresentato in un modello matematico: seguendo il metodo, la condizione di sovrappeso è identificabile con un indice compreso tra 25 e 29,9 Kg/m2, mentre si parla di casi di obesità quando il valore è maggiore uguale ai 30 Kg/m2. Il Sole 24 ore ha sintetizzato i numeri in un focus molto interessante, che divide gli obesi dai sovrappeso. Ebbene, leggendo i dati relativi al periodo 2014-2017 si stima che a livello italiano all'incirca quattro adulti su dieci rappresentino casi di eccesso ponderale suddivisi in tre fenomeni di sovrappeso e uno di obesità. Isolando il solo gruppo dei "sovrappeso", il nord Italia (e la Sardegna) presenta complessivamente una bassa incidenza, il che suggerisce una percentuale di persone coinvolte inferiore alla media nazionale. In questo caso la Liguria è in cima alla graduatoria (26%), seguita dal Trentino Alto Adige (26,4%) e dalla Valle d’Aosta (26,7%), mentre all’estremo opposto figura il terzetto composto da Campania (37,4%), Basilicata (36,6%) e Molise (36,8%). Nord vs Sud, sembra molto chiara la differenza.

Meno marcate invece le differenze riguardo l’obesità che, pur presentando sempre la Campania come regione più in difficoltà (14,1%), rispetto al caso del sovrappeso, vede sia un’inversione di tendenza cromatica fra Emilia Romagna (11,8%) e Basilicata (9,2%), sia uno scenario migliore della media nazionale per gli abitanti di Marche e Lazio che fanno registrare rispettivamente valori più bassi di 2 e 1,3 punti percentuali paragonati al 10,7% italiano. Sudtirolesi che mangeranno anche speck, canederli al formaggio e strudel, ma sono comunque in testa con 7,5%, seguito da Lombardia con 8,2%, Liguria e Toscana con 8,3%.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News