Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 02 Dicembre - ore 19.25

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Liguria (per ora) in zona gialla, Iss sottolinea il problema della comunicazione dei dati

quanto durerà?

Liguria - Per quanto tempo la Liguria rimarrà nella cosiddetta 'zona gialla'? Una domanda e la relativa risposta che non appaiono affatto scontate visti i rilievi mossi ieri nella conferenza stampa del ministero della Salute che si è tenuto in streaming nel pomeriggio nel tentativo di spiegare i criteri con i quali l'Italia è stata divisa: i famosi 21 indicatori che hanno determinato l’ordinanza del 4 novembre. Partiamo da un fatto non difficile da immaginare: ci si è basati non tanto sugli ultimi dati puntuali ma in parte su quelli di due settimane fa e in parte sul trend precedente. Da qui le criticità mosse già nella serata di ieri sull'attendibilità dei dati e sulla possibile necessità di un aggiornamento già nelle prossime giornate.
Il presidente dell’Istituto superiore di sanità Silvio Brusaferro e il direttore generale della Prevenzione del ministero della Salute Gianni Rezza hanno comunque voluto chiarire che, secondo loro non "ci sia del dolo nella mancanza di comunicazione dei dati. Il problema è che abbiamo tutti visto la curva crescere rapidamente e raddoppiare di settimana in settimana, bene questo ha messo in difficoltà il sistema di tracciamento. Dove l’infezione corre il carico di lavoro può comportare dei ritardi”.

Dalla conferenza stampa emerge anche qualcos'altro: a quanto pare la Liguria non sarebbe fra le regioni virtuose per capacità di monitoraggio e quindi di comunicazione dei dati stessi. Il punteggio di 49,4 la mette sotto diverse regioni come ad esempio la Lombardia (64,7), l’Emilia Romagna (100), la Toscana (93), oltre al 19,2 della Valle d’Aosta che è finita in zona rossa proprio per questo. L’aggiornamento dei nuovi dati avverrà presto, forse addirittura nel fine settimana che sta arrivando quando si riunirà la cabina di regia, pronta eventualmente a cambiare la geografia dell'emergenzialità. Con un chiarimento che Iss e Ministero delal Salute hanno voluto significare: "Nella valutazione delle zone non ci sono solo indicatori basati sui dati e sugli effetti ma anche di processo, per esempio sulla capacità di resilienza dei sistemi”. L’insieme di tutti questi indicatori viene elaborato da un algoritmo che rende il livello di rischio, e per ogni livello di rischio si definiscono anche gli interventi possibili.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News