Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 15 Gennaio - ore 15.38

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Il vaccino è arrivato in Liguria, via alla distribuzione

Consegnate ai medici del San Martino le prime dosi dell'attesissimo farmaco anti-Covid. Toti: "Inizia una giornata storica".

Corsa contro il tempo

Liguria - Le prime dosi di vaccino contro il coronavirus prodotto dall'americana Pfizer vengono consegnate al personale medico del San Martino di Genova.
"Inizia una giornata storica nella lotta al Covid", commenta su Facebook il presidente della Regione, Giovanni Toti, pubblicando lo scatto sulla sua pagina.

Le prime dosi andranno a una rappresentanza delle categorie previste per la prima fase del percorso di vaccinazione anti-Covid: medici, infermieri, personale sanitario, amministrativo, medici e pediatri di famiglia, personale delle Pubbliche assistenze. Sono state inoltre individuate due rsa genovesi per la vaccinazione di un centinaio di persone tra ospiti e personale: si tratta di Villa Marta di Betania a Genova e di Villa Costalta a Mele (comune di Genova).

Le dosi saranno così distribuite nei 14 presidi di somministrazione (Asl 4 avrà un presidio unico per la somministrazione):

Asl1
Ospedale di Sanremo: 2.322
Ospedale Bordighera: 1.040
Ospedale Imperia: 2.720

Asl2
Ospedale Savona: 4.469
Ospedale Cairo Montenotte: 836
Ospedale Pietra ligure: 4.499

Asl3
Ospedale Evangelico Voltri: 2.300
Ospedale Galliera: 5.776
Istituto G. Gaslini: 3.273
Ospedale Policlinico San Martino: 8.894
Ospedale Villa Scassi: 12.438

Asl4
Ospedale Sestri Levante: 5.417

Asl5
Ospedale Sarzana: 2.562
Ospedale La Spezia: 3.596

Logistica e organizzazione
Ogni punto di somministrazione avrà a disposizione farmaci, presidi farmacologici e strumentali per la gestione di eventuali emergenze. Celle frigorifere: per la prima fase non esistono criticità in quanto, ad oggi, la capacità di stoccaggio per i prodotti Pfizer è di 700.000 dosi. Nel complessivo piano di vaccinazione la dotazione capillare ed estensiva di apparati di refrigerazione dedicati potrà rendere ancora più efficace il processo di meccanismo vaccinale. Per questo, le azioni messe in campo per l’acquisizione di ulteriori frigoriferi per la conservazione a bassa temperatura mirano a garantire almeno un apparato per ogni presidio. L’Istituto Superiore di sanità attiverà la formazione a distanza per gli operatori addetti alla campagna di somministrazione. Ogni azienda metterà a disposizione un referente per rispondere ad eventuali chiarimenti sul tema della vaccinazione.

Preparazione e diluizione del vaccino per somministrazione Rsa (extra-situ)
Il gruppo di lavoro in materia di vaccinazioni anti-Covid ha ritenuto opportuno che le dosi vengano preparate e diluite direttamente in loco. È in corso la predisposizione di una procedura ad hoc, condivisa a livello regionale, per garantire che il processo avvenga nel massimo rispetto dei requisiti e della tecnica asettica previsti.

Registrazione dei soggetti vaccinati
In questa prima fase la registrazione delle vaccinazioni avverrà attraverso l’utilizzo di un tracciato dedicato dell’Anagrafe vaccinale regionale. Alisa riceverà un flusso giornaliero di informazioni che provvederà a inoltrare alla Struttura ministeriale competente.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News