Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Domenica 29 Novembre - ore 21.01

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Il dottor Grattarola dalla Regione: "Ancora una o due settimane pesanti per le terapie intensive"

Toti: "Rt sta scendendo, ci auguriamo un rapido ritorno in zona gialla".

L'aggiornamento

Liguria - “I numeri di oggi ci dicono che l'indice Rt sta scendendo in Liguria. Dall'Rt a quota 1,5 di quattro settimane fa siamo passati attorno a uno, probabilmente l'effetto delle misure previste per le zone arancione ci consentirà di scendere sotto uno nelle prossime settimane. Ci auguriamo un rapido ritorno nella zona gialla: grazie a una serie di misure per il contenimento del contagio prese anche a livello locale, con ogni probabilità siamo riusciti a mitigare l’impatto della malattia nonostante la Liguria abbia conosciuto in anticipo una sua recrudescenza”. Così il presidente di Regione Liguria Giovanni Toti nel corso della quotidiana conferenza stampa sulla situazione Covid in Liguria. Il presidente ha rimarcato come “dei 18 morti registrati dal bollettino odierno - per i quali esprimiamo cordoglio alle famiglie -, se togliamo gli over 75 ne resta solo uno. È un dato che va a indicare quanto siano necessarie le misure che abbiamo preso, stiamo prendendo e prenderemo ancora a protezione delle fasce più fragili della nostra cittadinanza. Credo però sia un errore strategico, a livello nazionale, continuare a non prendere in considerazione in modo strutturale la fascia più delicata e fragile della popolazione”. Il gov ha quindi affermato che “la mortalità sarà in crescita nei prossimi giorni in virtù del numero importante di ricoverati”.

Tra gli intervenuti, il dottor Grattarola, responsabile del Dipartimento interaziendale regionale emergenza urgenza, che ha parlato di “pronto soccorso ancora molto carichi ma da 7-8 giorni c'è una stabilizzazione dei dati, cosa favorevole. L'incremento delle terapie intensive era atteso ed è legato all'aumento dei ricoverati: abbiamo superato quota 1.400 ed è evidente che alcuni possano essere affetti da patologie evolutive gravi che necessitano del sostegno della terapia intensiva. Ritento che per le terapie intensive avremo ancora una se non due settimane di peso, di difficoltà, poi, se il dato generale e la pressione sugli ospedali si manterranno costanti o diminuiranno, allora ci sarà un sensibile miglioramento anche sulle terapie intensive”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News