Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 16 Gennaio - ore 15.55

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Gimbe: "I cambi di colore delle regioni sono troppo veloci"

La Fondazione presieduta da Nino Cartabellotta invita il governo a mantenere la linea del rigore anche nel Dpcm che guiderà i comportamenti degli italiani sino alla fine delle festività natalizie.

I dati

Liguria - "Sull'allentamento delle misure del 29 novembre, deciso sulla base dei criteri del Dpcm del 3 novembre, pesa di fatto solo la riduzione dell'indice Rt, visto che tutti gli altri indicatori sono peggiorati rispetto al 6 novembre, tranne rare eccezioni". E' quanto evidenzia il monitoraggio della Fondazione Gimbe sottolineando che "le misure di contenimento differenziate sembrano funzionare in relazione a intensità e durata, ma alcuni miglioramenti sono enfatizzati da ritardi di notifica e dati incompleti".

"La nostra analisi - ha dichiarato Renata Gili, responsabile Ricerca sui servizi sanitari della Fondazione Gimbe - conferma che, Rt a parte, non si intravedono risultati tangibili a 3 settimane dall'introduzione delle misure. Inoltre, suggerisce che sbiadire troppo presto il colore delle Regioni rischia di determinare una risalita prima dell'indice Rt, poi della curva epidemica e quindi dei tassi di ospedalizzazione. In altre parole, con la circolazione del virus ancora troppo elevata per riprendere un efficace contact tracing e con la pressione sugli ospedali molto alta, i primi timidi segnali di miglioramento rischiano di essere vanificati dall'allentamento delle misure".
Questa la rilevazione della Fondazione Gimbe sull'indice di contagio Rt nella settimana tra il 16 e il 22 novembre: Abruzzo - 0,40%; Basilicata -0,30; Calabria -0,40; Campania -0,60; Emilia Romagna -0,46; Friuli Venezia Giulia -0,47; Lazio -0,31; Liguria -0,58; Lombardia -0,81; marche -0,05; Molise -0,46; Piemonte -0,85; Bolzano -0,66; Trento -0,67; Puglia -0,53; Sardegna -0,40; Sicilia -0,22; Toscana -0,16; Umbria -0,66; Valle d'Aosta -0,42; Veneto -0,35. "L'entità del miglioramento di alcuni parametri - ha spiegato il presidente di Gimbe, Nino Cartabellotta - è peraltro sovrastimata sia da ritardi di notifica e completezza dei dati comunicati dalle Regioni, sia da alcuni fattori di non sempre chiara interpretazione. Diminuzione dei casi testati e limitata esecuzione del tampone nei contatti di positivi, con conseguente riduzione dell'incidenza di nuovi casi; ritardo di comunicazione delle date di diagnosi, prelievo e inizio sintomi, che abbassano il valore dell'indice Rt; conversione di posti letto di area medica destinati a pazienti affetti da altre patologie, con conseguente riduzione del tasso di occupazione ospedaliera".

E dalla Fondazione arriva anche un appello alla politica: prendere misure di massimo rigore in vista del Natale, per evitare che la curva pandemica torni a salire. "A poche ore dalla firma del nuovo Dpcm - spiega Cartabellotta - che dovrebbe guidare i nostri comportamenti sino alla fine delle festività natalizie, chiediamo al governo di mantenere la linea del rigore, al fine di evitare una nuova inversione della curva del contagio ed aumentare la pressione, già intensa, sugli ospedali dove i professionisti sanitari sono al limite dello stremo. In tal senso, l’ipotesi di una “Italia tutta gialla” in tempi brevi è più un desiderata della politica che una strategia di controllo dell’epidemia".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News