Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 24 Maggio - ore 00.24

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Fauna ferita, ecco le regole per il recupero

Fauna ferita, ecco le regole per il recupero

Liguria - Sono state approvate dalla giunta regionale, su proposta dell’assessore regionale all’Agricoltura Stefano Mai, le nuove linee guida e i requisiti per svolgere le attività di soccorso e di recupero della fauna selvatica omeoterma ferita o in difficoltà. “Un fenomeno – spiega l’assessore Mai – molto sentito dall’opinione pubblica. Le linee guida che abbiamo approntato servono a fronteggiare una problematica particolarmente pressante in alcuni periodi dell’anno. Attraverso il coinvolgimento di soggetti qualificati che operano sul territorio auspichiamo possa essere perseguito l’obiettivo della tutela del patrimonio faunistico ligure e nel contempo preservare la pubblica sicurezza”. Potranno fare richiesta alla Regione Liguria di autorizzazione a svolgere attività di recupero e primo soccorso della fauna selvatica ferito o in difficoltà le associazioni senza scopo di lucro, iscritte negli appositi elenchi regionali, che abbiano come finalità la tutela e la salvaguardia della natura e della fauna. Tra i requisiti necessari per ottenere l’autorizzazione: la disponibilità di un supporto medico-veterinario con esperienza di cura degli animali selvatici, locali e strutture idonei a custodire in via temporanea gli animali soccorsi; disponibilità di personale volontario adeguatamente formato. Ogni fine anno, le associazioni dovranno inviare alla Regione Liguria una relazione dettagliata dell’attività svolta e un piano delle attività per l’anno successivo. Tra i soggetti autorizzati all’attività di recupero e soccorso – comprese le aree urbane - anche gli Ambiti territoriali di caccia e i Comprensori alpini. Fissati anche i requisiti per i Cras, Centri per il recupero di animali selvatici, le cui autorizzazioni vengono rilasciate dalla Asl competente. I Cras sono le strutture destinate non solo alla cura, ma anche alla riabilitazione e al successivo reinserimento in natura della fauna selvatica autoctona. Oltre ad avere un referente veterinario, i Cras devono rispettare standard igienici per il personale e per gli animali, tenere un registro di entrata e uscita degli animali ospitati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure