Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 21 Ottobre - ore 00.22

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Doppio libretto per gli universitari trans, il rettore: "Gesto di sensibilità"

Doppio libretto per gli universitari trans, il rettore: `Gesto di sensibilità`

Liguria - "L’iniziativa è partita dal comitato di pari opportunità, dove vi sono i rappresentati degli studenti. La maggior parte degli studenti è favorevole, si tratta di fornire un doppio tesserino d’identità con nomi diversi, il sesso e il nome di norma lo cambia il comune e non l’università, però c’è una lunga trafila burocratica. Per cui lo studente si può presentare all’esame con “un apparenza e sentimento diverso” a quello indicato all’anagrafe, evitando un disagio per lo studente e per i commissari. Consentiamo di aver questo secondo badge con il nome cambiato. Io credo che sia un piccolo gesto di sensibilità umana nei confronti di persone che sono in un momento complesso della loro vita, farne una discussione ideologica e sbandierare teorie del genere mi sembra fuori luogo". Così, Paolo Comanducci, rettore dell’università di Genova risponde a Simone Spetia durante Effetto Giorno su Radio 24 in merito alla opportunità per gli studenti trans di fare richiesta di un doppio badge. Il rettore prosegue chiarendo che Genova non è l’unica università: “ Ci sono Torino, Bologna, Padova e Napoli, quest’anno tutti gli studenti possono richiedere il badge, adesso abbiamo una decina di studenti che hanno richiesto il doppio badge".

Sulla contestazione da parte di Fratelli d’Italia per la scelta operata dall’università il rettore su Radio 24 spiega : “Io sinceramente non ho ancora ben chiaro in che cosa consista la teoria Gender. So che esistono nel nostro ateneo e in altri, anche negli Stati Uniti, degli studi di genere, ma sono un campo di studio serio che non propaganda un’ideologia. Certamente oggi c’è un cambiamento della sensibilità collettiva su questi temi, un tempo non se ne sarebbe parlato. Io credo che stiamo attuando il secondo comma dell’art. 3 della costituzione, si tratta di trattare gli uguali nell’uguale e i diversi nel modo diverso, nel momento in cui c’è una differenza significativa. Non è una scelta arbitraria, è come uno si sente dentro, che è la cosa più importante".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure