Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 15 Novembre - ore 07.44

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Dodicimila apprendisti in Liguria, aumentano assunzioni

Grasso (Confartigianato): "Formula da incentivare: con l'assistenza passiva e il mero potenziamento dei centri per l’impiego non si contrasta la disoccupazione"

A spezia sono oltre 1.700
Dodicimila apprendisti in Liguria, aumentano assunzioni

Liguria - A fine luglio 2018 in Liguria si contano 12.050 apprendisti nell'artigianato. Di questi, secondo gli ultimi dati diffusi dall'Ufficio studi Confartigianato (fonti Inps), 6.589 lavorano nelle micro e piccole imprese genovesi, mentre 1.990 sono impiegati a Imperia. 1.741 lavorano a Savona e 1.730 alla Spezia. Numeri che fanno seguito a un ottimo trend di crescita registrato dalla nostra regione nel corso del 2017, con un aumento delle assunzioni con contratto di apprendistato pari al 19,4%: non a caso il 2017 è stato definito da Confartigianato “l'anno dell'apprendistato”, con ben 273 mila assunzioni in tutta Italia, il 20% in più rispetto al 2016.

«Affiancando formazione e lavoro, l'apprendistato ha un valore fondamentale dell'andamento dell'occupazione giovanile e nella ripresa del mercato del lavoro: per questo lo riteniamo uno strumento da incentivare e da sostenere – commenta Giancarlo Grasso, presidente di Confartigianato Liguria – Per contrastare la disoccupazione, i dati ci confermano che, superato il doping del Jobs act, si deve investire sul vero lavoro e sulle microimprese, creando le condizioni per il loro sviluppo e la loro crescita. Ogni strada diversa, che preveda forme passive assistenziali o il mero potenziamento dei centri per l’impiego, la cui azione risulta marginale e scarsamente efficace, sarà destinata a essere fallimentare per l’occupazione».

I dati lo confermano: la rilevazione sulle forze di lavoro dell’Istat evidenzia che nel 2017 le persone occupate che non lo erano nell’anno precedente hanno maggiormente utilizzato come canale di ricerca il contatto con amici e parenti (40,7%), seguito dal contatto diretto con il datore di lavoro (17,4%). Il ricorso al centro per l’impiego viene ritenuto utile solamente dal 2,4%. Anche l’utilizzo dei Cpi da parte delle imprese per le assunzioni risulta marginale: solo l’1,5% li ha sfruttati per la ricerca e le selezione del personale. Secondo il monitoraggio di Anpal (2018), sono 2.849.086 i contatti con i Centri per l’impiego italiani negli ultimi 12 mesi, con un rapporto di 359 contatti per operatore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News