Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 21 Settembre - ore 17.25

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia
59,47%
36,92%
1,66%
0,74%
0,38%
0,27%
0,23%
0,23%
0,07%
0,04%
Ultimo aggiornamento: 21/09/2020 18:05:39 Sezioni 29 di 1795

Dal cielo il saluto al nuovo Ponte San Giorgio

Toti: "Non accada mai più e le opere pubbliche siano fatte sempre con questi tempi". Sansa: "Si pensi anche alla vita sotto il ponte".

Presente anche Mattarella
Dal cielo il saluto al nuovo Ponte San Giorgio

Liguria - “Forse è simbolico che la mattina di due anni fa piovesse a dirotto e oggi qui è apparso davanti a noi uno splendido arcobaleno, a dimostrazione di come questa giornata si appoggi perfettamente su due frasi: la prima è mai più e la seconda è sempre così. Mai più perché qui davanti alle più alte cariche istituzionali dico che mai più dei nostri concittadini devono morire, perché si sbriciola un ponte, questo non deve accadere mai più e poi la giustizia, che naturalmente è connaturata alla verità, la stiamo aspettando e siamo certi che arriverà. E sempre così a significare che questo sacrificio non deve essere stato vano e allora bisogna fare in modo che tutte le nostre opere pubbliche possano essere fatte con questi tempi e deve essere un impegno che lega tutti noi oggi qui su questo ponte. Un ponte che unisce i due lati della Liguria e, per citare un ligure famoso che subì una profonda ingiustizia, Enzo Tortora, che disse, quando si ripresentò davanti alle telecamere: “Dove eravamo rimasti?” Ecco oggi vorrei dire dove eravamo rimasti: le due sponde sono di nuovo unite e collegate e questo ponte segna oggi la strada. Rimettiamoci in cammino per Genova, per San Giorgio, per la Liguria e per l’Italia”.
Lo ha detto il presidente di Regione Liguria e commissario per l’emergenza Giovanni Toti intervenendo all’inaugurazione del nuovo ponte Genova San Giorgio alla presenza del presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

Il candidato presidente della Regione Liguria, Ferruccio Sansa, ha assistito alla cerimonia di inaugurazione del nuovo ponte di Genova dalla zona della Certosa, cioè dal quartiere situato sotto il viadotto autostradale.
Parlando ad alcuni cittadini in via Fillak, davanti al Circolo Amici di Certosa, ha detto: “Abbiamo pensato giustamente al ponte in questi due anni, adesso bisogna pensare alla vita sotto il ponte perché Certosa è un quartiere in fortissima crisi, c'è una disoccupazione molto alta, hanno chiuso 22 negozi soltanto in questa zona, hanno chiuso imprese, mancano i servizi, soprattutto c'è una scarsissima assistenza sanitaria perché hanno chiuso punti di primo intervento e consultori. Bisogna pensare anche alle grandi occasioni di sviluppo che si prospettano perché ci sono molte aree dismesse e non vogliamo che diventino ancora una volta speculazioni edilizie o degli ipermercati. Devono arrivare imprese ad alta tecnologia, soprattutto nel settore green. Bisogna guardare la vita sotto il ponte, adesso”.

Un commento è stato rilasciato anche dal sindaco della Spezia, Pierluigi Peracchini: "Tutta Italia è la Liguria, tutta la Liguria è l’Italia. L’inaugurazione del Ponte Genova San Giorgio è una giornata simbolica per Genova, per la Liguria, per tutta Italia: le immagini del crollo del Ponte Morandi che fecero il giro del mondo provocarono tanta solidarietà ma anche tante critiche al nostro Paese. In meno di ventiquattro mesi, dalla Liguria è arrivato a tutti un messaggio chiaro di riscatto e rinascita attraverso la costruzione del nuovo Ponte Genova San Giorgio portata a termine nonostante una pandemia mondiale. Oggi le immagini del Ponte fanno nuovamente il giro del mondo, per celebrare la tenacia, la forza e l’eleganza tutta italiana nella progettazione e costruzione di questa infrastruttura, un’eccellenza tecnica che da Renzo Piano a tutte le aziende e le maestranze non si è mai fermata per realizzarla, lavorando senza sosta. Le mie più vive congratulazioni al sindaco Marco Bucci in qualità di commissario straordinario per la ricostruzione e al presidente della Regione Giovanni Toti in qualità di commissario per il superamento dell’emergenza per aver fatto l’incredibile in Italia, mentre per gli altri paesi europei è la normalità, ricostruendo un ponte in tempi record per la nostra burocrazia. Quel crollo ha per sempre segnato noi liguri e ci ha fatto scoprire drammaticamente cosa significa far parte di una comunità. Allo stesso modo, un moto di orgoglio oggi ci unisce nuovamente tutti, dalla Spezia a Imperia, accompagnati però dal rispetto e la compostezza che ci contraddistinguono, nel ricordo sommesso delle vittime del crollo del Ponte Morandi alle cui famiglie vorrei rivolgere un pensiero".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News