Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 29 Ottobre - ore 23.58

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Bassetti fa marcia indietro: "Brusca accelerazione dei contagi, troppa gente senza mascherina"

Il virologo del San Martino: "La situazione epidemiologica è rapidamente peggiorata e non ci aspettavamo di vedere numeri così importanti così presto".

"E' il momento di essere più duri"
Bassetti fa marcia indietro: "Brusca accelerazione dei contagi, troppa gente senza mascherina"

Liguria - I liguri, e poi gli italiani grazie alle ospitate in tv, hanno imparato a conoscere il nome di Matteo Bassetti, l'infettivologo del San Martino di Genova che da marzo a oggi si è espresso a più riprese sull'andamento del contagio, sull'utilizzo delle mascherine e sulla pericolosità del virus. Dichiarazioni molto nette e sicure, quasi sempre mirate a ridimensionare la portata dei numeri e dei rischi. Aspetto questo che lo ha anche portato a scontri sul piccolo schermo con colleghi come Andrea Crisanti e Massimo Galli. Da una parte Bassetti, paladino dell'aperturismo e dell'ottimismo, dall'altra quelli che lui definiva catasfrofisti, ma che i numeri odierni fanno ritenere semplicemente prudenti. E, in fondo, uomini di scienza preparati e competenti.

Oggi, a poche ore dalle ultime schermaglie coi colleghi, Bassetti sembra aver innestato una brusca marcia indietro. Chissà che l'aumento esponenziale dei contagi, le previsioni statistiche di un inverno in trincea e la prossima assegnazione delle deleghe per la futura giunta regionale non lo abbiano spinto a più miti consigli.
Tra l'inutilità delle mascherine di inizio marzo ("La mascherina chirurgica non serve a nulla. Per la situazione epidemiologica italiana, a Roma o in qualunque altra città che non sia quella endemica, non c'è ragione di utilizzarla. Quello che è importante è l’igiene delle mani" - 2 marzo 2020) e il rischio di perdita di lucidità per chi le indossa di fine agosto ("C'è una iper concentrazione di anidride carbonica evidentemente. Fondamentalmente puoi perdere lucidità, puoi anche avere delle alterazioni significative di quelli che sono i parametri del respiro" - 25 agosto 2020) Bassetti è passato per il dare il coronavirus come sconfitto a inizio maggio ("Il virus da tsunami ora è un'ondina, tra metà maggio e inizio giugno finirà" - 4 maggio 2020) e poi ad accusare chi la pensava diversamente di catastrofismo poche settimane dopo ("Il virus è più debole, i catastrofisti negano l'evidenza dei fatti" - 28 maggio 2020).

Oggi le dichiarazioni dell'infettivologo genovese suonano molto diversamente. "L'ipotesi del coprifuoco dopo le 22 potrebbe essere una soluzione alternativa al lockdown, ma solo in alcune situazioni e non su base nazionale. Penso a Milano, all'area di Genova, a Roma e anche nel Lazio. Sicuramente potrebbe essere uno strumento per limitare la circolazione notturna, quando è più difficile il controllo del territorio e c'è anche più leggerezza nei comportamenti da rispettare", dichiara Bassetti ad Adnkronos Salute.
"Va fatto qualcosa, la situazione epidemiologica è rapidamente peggiorata e non ci aspettavamo di vedere numeri così importanti così presto. E' stata anticipata la previsione dei casi di 3-4 settimane con una brusca accelerazione. Vedo troppi atteggiamenti lassisti in giro rispetto alle misure da tenere - sottolinea poi -. Gente che non indossa la mascherina o la tiene giù. Tutti devono remare dalla stessa parte, non è possibile che si pensi che questo virus sia il problema sempre di quello vicino a noi.Ora è il momento in cui essere più duri: c'è un incremento significativo dei contagi e delle ospedalizzazioni che possono creare un problema di tenuta del Ssn. Siamo lontani dai numeri di marzo e aprile, ma dobbiamo fare qualcosa. I cittadini e le istituzioni devono allearsi, non perdiamo altro tempo", conclude Bassetti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News