Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 17 Gennaio - ore 14.00

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Ambiente e sostenibilità: italiani promossi o bocciati?

Ambiente e sostenibilità: italiani promossi o bocciati?

Liguria - Italiani sempre più attenti alle tematiche green. Questo è quanto è emerso dall' Osservatorio sulla Casa condotto da Leory Merlin e Doxa. Più del 60% del campione di riferimento ha dichiarato di desiderare un'abitazione progettata nel rispetto dei più moderni requisiti in materia di sostenibilità e certificazioni energetiche.
Tra le varie indagini effettuate in relazione alle abitudini domestiche degli italiani, vogliamo focalizzarci sul tema della sostenibilità fai da te, ovvero quella che riguarda gli accorgimenti che gli italiani adottano in casa per risparmiare sui vari consumi, da quelli idrici ai consumi energetici, passando per una maggiore attenzione verso la differenziazione dei rifiuti, senza trascurare l'adozione di prodotti e detergenti bio in sostituzione a quelli tradizionali.

Pulizie domestiche: quanto sono green gli italiani?
In materia di pulizie domestiche, il 61% degli italiani ha dichiarato di utilizzare regolarmente detergenti e prodotti pulenti Home Made. Si tratta di una tendenza in aumento nel Bel Paese, complice la possibilità di trovare online tutorial e video che spiegano come fabbricare prodotti per la pulizia domestica fai da te. Contestualmente, cresce anche l'attenzione per le tematiche ambientali, che di conseguenza porta alla necessità di ridurre in modo significativo qualsiasi tipo di spreco in casa. Il 45% del campione ritiene che il trend relativo all'impiego di prodotti bio o con formulazioni naturali sia destinato a crescere. Ma vediamo gli altri dati: un buon 84% della popolazione preferisce acquistare prodotti pulenti che abbiano come principale requisito una buona efficacia, mentre l'82% del campione si preoccupa prevalentemente del risparmio economico. Tra i primi driver di acquisto troviamo quindi il rapporto qualità/prezzo del prodotto/strumento per la pulizia. Non si tratta solo di detergenti, anzi, con l'aumento del numero di italiani dediti ai prodotti fai da te, cresce l'attenzione verso gli strumenti green che consentono di pulire risparmiando.
Ecco che la casa italiana diventa sempre più tech, pensata secondo i principi della domotica (58%) e munita di strumenti rivoluzionari caratterizzati da una tecnologia avanzata: è il caso di questo scopino per water intelligente, che mediante un getto di acqua pressurizzata e di una base che funge da serbatoio garantisce una pulizia ottimale del vaso sanitario senza alcuno spreco di acqua; robot lavavetri per la pulizia delle superfici verticali; pulitori a vapore e lampade germicida per materassi che consentono di abbattere fino al 99,9% di acari della polvere, allergeni e batteri; robot aspirapolvere a batteria che va a caccia di sporcizia e la rimuove in completa autonomia.
In effetti, stando ai dati forniti dall'Osservatorio Internet of Things del Politecnico di Milano, la domotica nelle case degli italiani sarebbe cresciuta nell'ultimo anno del 23%.

E in termini di tendenze green?
Tra le attività green maggiormente adottate dagli italiani c'è l'upcycling, ovvero l'utilizzo di materiali di scarto, che altrimenti andrebbero gettati via, per realizzare nuovi oggetti utilizzabili in casa. Tra i vari tipi di upcycling c'è quello che riguarda i mobili, verso il quale gli italiani si mostrano molto interessati: il 43,8% del campione dichiara di aver adottato il metodo dell'upcycling dei mobili almeno una volta, mentre il 75% afferma di voler continuare con l'impiego di mobili vintage. Infine, il 34% ritiene che il trend dell'upcycling dei mobili crescerà ancora nei prossimi mesi.
Tra le abitudini green che speriamo coinvolgano sempre più persone c'è il decluttering, che consiste nell'eliminazione periodica di tutte quelle cose che non servono più. Risultato? Molto più spazio in casa e risparmio di tempo, specialmente quando si cerca qualcosa che, nel marasma generale, risulta impossibile da trovare. Non si tratta solamente di un'azione volta a liberarsi di qualcosa, ma di un vero e proprio stile di vita che aumenta la qualità della vita di chi lo adotta, basti pensare a quanto migliorerebbe la nostra vita se fossimo padroni del tempo e dello spazio tra le mura domestiche. In materia di decluttering, l'85% del campione di riferimento afferma di essersi liberato del superfluo almeno una volta, mentre il 68% lo fa regolarmente.
Ultima ma non meno importante la raccolta dei rifiuti, che va a braccetto con la sana abitudine di usare gli avanzi per cucinare, evitando così ogni forma di spreco. In materia di gestione dei rifiuti, l'88% degli italiani (su un campione rappresentativo di 600 individui) ha affermato di provvedere ad una corretta raccolta differenziata. Il 33% ha invece dichiarato di prediligere gli avanzi per cucinare al fine di contrastare il fenomeno dello spreco alimentare. É interessante precisare che, per favorire la riduzione dei rifiuti è preferibile imparare a bere acqua dal rubinetto, limitando in modo importante i consumi di plastica, una consuetudine adottata dal 54% del campione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia










I SONDAGGI DI CDS

Palladino e Mora in rampa di lancio: quale giocatore dovrebbe fare spazio in lista A?

































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure