Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 06 Aprile - ore 22.10

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

"Timidi segnali positivi, vietato mollare"

Toti: "La curva rallenta, vedremo se sarà confermato il trend. Necessario continuare a rispettare le misure anti contagio".

"Più tamponi"

Liguria - “La curva del contagio rallenta. Che non vuol dire che scende, ma che cresce meno vorticosamente dei giorni e delle settimane scorse. Una notizia positiva, se sarà confermata dal trend dei prossimi giorni”. Così il presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti, nella consueta conferenza stampa di fine giornata, commentando i NUMERI ODIERNI. “I numeri fanno intravedere un timido, timido, timido miglioramento – ha messo in guarda il gov -. Mi raccomando, sono giorni fondamentali... se lasciassimo anche minimamente la stretta, rischieremmo di piombare in un'epidemia che diventerebbe difficilissima da gestire perché i nostri ospedali, strutture sanitarie aggiunte e sale di rianimazione sono quasi allo stremo”. Il presidente ha evidenziato il fatto che, appunto, l'emergenza potrà essere gestita se il lieve decremento di casi proseguirà, consentendo il turn over tra dimessi e nuovi pazienti – un ricambio nel quale gioco forza, mestamente, rientra anche chi purtroppo lascia il letto d'ospedale perché non ce la fa. Toti ha elogiato la sanità ligure “per lo straordinario lavoro messo in campo per garantire a tutti cure appropriate e per salvare tutte le persone che era clinicamente possibile salvare” e ha rimarcato che a livello regionale si è raggiunto un numero complessivo di 260 posti di Terapia intensiva.

“Le misure anti contagio in vigore da circa due settimane cominciano a far calare i numeri, dando un minimo di sollievo in previsione futura”, ha osservato il presidente, sempre con massima prudenza e spronando i liguri a non mollare un centimetro e a ricordarsi che “ogni malato in più oggi richiede uno sforzo straordinariamente importante alla nostra sanità”. Non sono mancati passaggi sulle mascherine - “gli aerei con i carichi a noi destinati sono sulle piste in Cina, dovrebbero partire domani, come anche dagli Usa. C'è confusione”. -, sugli screening sierologici (“Contiamo di poter partire domani su alcune categorie. Partiremo dal personale sanitario e poi li faremo agli ospiti delle Rsa") e sui tamponi (“Stanno aumentano e aumenteranno ancora grazie all'acquisto di macchinari attraverso Alisa”). “Su 612 tamponi di oggi, 256 sono positivi, percentuale inferiore a quella emersa ieri su un campione di 400 tamponi”, ha aggiunto il presidente. Dall'inizio dell'emergenza, in Liguria sono stati effettuati poco meno di 7mila tamponi.

Sempre sulla questione mascherine: "Aspettiamo alcuni carichi, gli aerei in Cina sono fermi sulle piste e dovrebbero partire domani sia dalla Cina che dagli Usa. Così come le macherine che il commissario Arcuri ci ha comunicato che dovrebbero arrivare nella mattinata di domani. Inoltre contiamo che arrivino i 4 milioni di mascherine ordinate in giro per il mondo. Domani con l’assessore all’sviluppo econ omico di Regione Liguria Andrea Benveduti faremo il punto con le associazioni di categoria per il fabbisogno dei lavoratori e ci auguriamo, attraverso i sindaci, di riuscire a rifornire tutti entro i prossimi giorni e che la rete di protezione logistica della Protezione civile nazionale possa consegnare in tempi certi".

N.R.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News