Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 24 Gennaio - ore 22.17

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

"Fermare gli arrivi di migranti e ascoltare i sindaci"

Il presidente di Anci Liguria, Pierluigi Vinai: "Il sistema non ce la fa più. Siamo a quattro persone accolte ogni mille abitanti".

`Fermare gli arrivi di migranti e ascoltare i sindaci`

Liguria - “Il flusso di migranti in Liguria ha da tempo raggiunto livelli di guardia e in diverse parti della nostra regione, soprattutto nei piccoli Comuni, come quelli della Valbormida nel savonese, ma anche nell’imperiese, senza contare la situazione estrema di Ventimiglia, ci troviamo a registrare sempre più frequentemente situazioni di disagio ed esasperazione dei Sindaci e dei loro cittadini”. Così Pierluigi Vinai, direttore generale di ANCI Liguria, interviene sul tema dell’accoglienza.

“Il Piano di riparto a cui ANCI, da sempre impegnata su questo fronte, ha lavorato con il Viminale fissa a 2,5 profughi per 1000 abitanti la soglia di accoglienza per i Comuni. In Liguria, dove 80 Comuni accolgono oggi poco meno di 6.000 profughi, arriviamo quasi ad un una percentuale del 4 per 1000. È chiaro che sulla base di queste difficoltà sarà ben difficile condividere ulteriori piani di riparto per il 2017 – continua Vinai. – È arrivato il momento di riconoscere gli enormi sforzi che molti nostri Sindaci hanno fatto fin ad ora, con grande senso di responsabilità, di ascoltare le loro richieste per rendere più sostenibile l’accoglienza e per fermare ulteriori arrivi”.

“È il sistema che in questo momento non ce la fa più. Non è colpa dei Sindaci come non è colpa delle prefetture, che a loro volta subiscono diktat, e non è colpa di quelle cooperative sociali e realtà del terzo settore che seriamente gestiscono le strutture di accoglienza e si trovano esposte a scoperto finanziario.” – conclude Pierluigi Vinai – “Si vedono infine casi, come quello di Alassio, in cui si puniscono con pene pecuniarie Sindaci che avranno forse sbagliato le modalità di affrontare il problema, ma che non possono essere sottoposti alla sproporzione tra l’errore e la sanzione, che ricade sempre e soltanto sui primi cittadini”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure