Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Domenica 28 Maggio - ore 21.45

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

"Dopo la Forestale, chiuderanno anche le Squadre Nautiche"

Bianchi: "Sarebbe prevista l’immediata chiusura di cinque presidi di Polizia con pesanti ripercussioni su un’eccellenza quale è il centro Nautico e Sommozzatori della Spezia".

`Dopo la Forestale, chiuderanno anche le Squadre Nautiche`

Liguria - Dopo il passaggio obbligato del Corpo Forestale dello Stato, ad ordinamento civile, nei Carabinieri, ad ordinamento militare, questo 2017 dovrebbe, ed il condizionale è ancora d’obbligo perché d’ufficiale non v'è ancora nulla, portare alla chiusura delle Squadre Nautiche della Polizia di Stato portando così ad un’ulteriore militarizzazione anche delle nostre acque territoriali. Un preoccupato Matteo Bianchi, segretario Generale del Coisp della Liguria, affronta una tematica che dovrebbe far riflettere sulla volontà di voler militarizzare un paese democratico.”Per quanto concerne la nostra Regione, se si attuasse questo progetto, a nostro avviso poco lungimirante, sarebbe prevista l’immediata chiusura di cinque presidi di Polizia con pesanti ripercussioni su un’eccellenza quale è il centro Nautico e Sommozzatori de La Spezia. La conseguenza di queste chiusure è che la gestione dell’ordine pubblico, per quelle manifestazioni acquatiche che lo richiedono, sarà esclusivamente di competenza militare e questo dovrebbe far riflettere tutti, cittadini comuni e non, ed allo stesso tempo preoccupare la società civile e democratica.”

Conitnua Bianchi: “Noi troviamo assurdo che realtà storicamente legate al mare come La Spezia, Genova, Savona ed Imperia vengano depauperate di risorse così specializzate e peculiari per le quali sono stati investiti, in tutti questi anni d’attività, molti soldi pubblici e tutto ciò solamente per poter recuperare al massimo una ventina di uomini e donne, con un’età media, tra le altre cose, superiore ai 48 anni, e che vedranno svilite la loro professionalità ed il loro continuo impegno e dedizione che fino ad oggi hanno messo nel loro lavoro (basti pensare che quotidianamente alla Spezia e a Savona la Squadra Nautica è impegnata per i servizi connessi alle crociere, a Genova sono stati tra i primi ad intervenire per la tragedia della torre piloti ecc.). A noi pare che questa volontà di chiudere questi Uffici di Polizia non sia causata da una presunta inefficienza o inutilità degli stessi, ma sia solamente figlia di una volontà di far vedere a tutti i costi un risparmio di natura economico che in realtà, se si va ad analizzare con cura, riguarda pochi spiccioli recuperabili da ben altri sprechi di questa nazione; e non vogliamo certo pensare che, peggio ancora, si voglia mettere un ulteriore tassello ad una eventuale rimilitarizzazione del nostro paese perché ciò sarebbe di una gravità inaudita in un mondo in cui i paesi democratici stanno tutti indirizzandosi verso Polizie esclusivamente ad ordinamento civile. Come Coisp esprimiamo tutta la nostra preoccupazione e il nostro dissenso considerando anche che sembra quasi che, tra i sindacati della Polizia, siamo rimasti i soli a difesa della legalità e della sicurezza".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









FOTOGALLERY


I SONDAGGI DI CDS

Mimmo Di Carlo in scadenza di contratto, vorreste vederlo ancora sulla panchina dello Spezia?
56,3% 
43,7% 






























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure