Città della Spezia Liguria News Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 21 Febbraio - ore 10.08

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

"Al lavoro per ridurre il rischio di inabilità nella sanità"

Il 60 per cento dei dipendenti liguri ha più di 50 anni e i problemi sono legati maggiormente a postura, movimentazione di carichi e lavoro notturno.

"Al lavoro per ridurre il rischio di inabilità nella sanità"

Liguria - “Stiamo lavorando per mettere a sistema interventi di prevenzione primaria, in grado di ridurre al minimo sia il rischio di sviluppare ulteriori inabilità all’attività lavorativa sia l’impatto sugli assetti organizzativi, determinato ad esempio dalle limitazioni legate alla movimentazione carichi o al lavoro notturno. L’obiettivo primario è garantire il benessere organizzativo, evitando che una inidoneità determini anche un disagio, un malessere del lavoratore”. Così la vicepresidente e assessore alla Sanità di Regione Liguria Sonia Viale in merito all’indagine svolta dal Gruppo Tecnico regionale “Medici competenti delle Aziende sanitarie liguri” per fare il punto sulle inabilità al lavoro presenti tra i dipendenti del sistema sanitario regionale.

Dall’indagine, effettuata su un campione di oltre 25mila lavoratori, è emerso che oltre il 60% ha più di 50 anni, in linea con l’andamento demografico della nostra regione, e che le inabilità più diffuse sono legate alla movimentazione carichi, alla postura e al lavoro notturno. In particolare, la limitazione all’attività lavorativa legata alla movimentazione di carichi ha un’incidenza superiore al 50%, seguita dalla limitazione legata alla postura (12,5% circa) e da quella legata al lavoro notturno (oltre 11%). Dall’indagine è emerso inoltre che il 20,5% dei lavoratori del sistema sanitario ligure ha una o più limitazioni all’idoneità lavorativa, soprattutto gli operatori socio sanitari e gli infermieri. “Per far fronte a questa situazione – sottolinea la vicepresidente e assessore alla Sanità Sonia Viale – è indispensabile da un lato promuovere interventi di riabilitazione e rieducazione e, dall’altro, fare prevenzione primaria per evitare, in futuro, un aumento delle inabilità”. In quest’ottica, il Gruppo Tecnico regionale sta sviluppando interventi di sistema sulla riduzione del rischio, sulla promozione della salute e sulla riabilitazione e rieducazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia










I SONDAGGI DI CDS

Matteo Salvini ha proposto la reintroduzione della leva obbligatoria per i giovani maschi. Tu che ne pensi?
































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News