Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 06 Marzo - ore 20.03

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Saliceti, il comitato "Ponzano e dintorni": "Da Peracchini ci aspettavamo più attenzione"

Lettere a CDS
Un render del biodigestore a Saliceti

- "Il comitato di volontariato per la tutela di Ponzano e dintorni, attivo in Val di Magra da
alcuni anni in tema di salvaguardia ambientale, vuole esprimere alcune considerazioni
riguardanti l'intervista al Sindaco della Spezia, dott. Peracchini, trasmessa da
Teleliguriasud sul tema rifiuti.
Aldilà dei complimenti per i risultati raggiunti con la raccolta differenziata , crediamo sia
doverosa una tirata d'orecchie al primo cittadino per quanto espresso circa il progetto
del biodigestore di Saliceti perché riteniamo che la questione non possa essere oggetto
di semplificazioni ed inesattezze.
Il biodigestore anaerobico non è un "semplice cilindro" che trasforma e valorizza
l'organico in biogas ma è un impianto industriale che produce emissioni , consuma
energia ed acqua e per il quale non si possono escludere impatti nocivi sull'ambiente
e sulla salute,a maggior ragione quando l'impianto è sovrastimato rispetto al fabbisogno
della nostra Provincia ; più della metà dei rifiuti infatti arriverà dal Tigullio e da Genova
( se non addirittura da fuori regione ) e non solo una piccola parte come affermato dal
Sindaco della Spezia.
Inoltre il biodigestore non è l'unica soluzione : riteniamo che il ciclo dei rifiuti debba
essere chiuso ma un impianto anaerobico non è la soluzione definitiva e anch'esso
produce scarti (es.percolato e digestato non conforme) che necessitano di
smaltimento presso depuratori o addirittura discarica.
A proposito di discarica : non possiamo più accettare ricatti !
La nostra provincia paga le conseguenze di decenni di inquinamento di vario genere e
le discariche (censite e non) disseminate sul territorio ne sono l'emblema.
Per questo motivo riteniamo corretto opporsi alla realizzazione di altre discariche ma
non possiamo " barattare " questa scelta con un impianto che avrà impatti per
anni a venire.
Ad oggi chi può assicurare che tra 10 anni, al termine della convenzione tra Province ,
non debba essere riaperta una discarica provinciale ?
E se ci fosse necessità di una discarica di servizio ?
Nel frattempo però avremo anche un impianto inquinante: cornuti e mazziati.
Alla luce delle politiche comunitarie ambientali e in virtù dei risultati incoraggianti
riguardo la differenziata è nostra opinione che il conferimento in discarica sarà sempre
meno utilizzato ritenendo possibile l'invio dei pochi rifiuti residui presso altri impianti.
L'elenco delle osservazioni o a quanto dichiarato dal dott. Peracchini potrebbe
proseguire ma il tema è complesso e non si può esaurire in poche righe , in virtù degli
ottimi risultati conseguiti dalla raccolta differenziata gli spezzini dovrebbero veder
riconosciuto loro un premio e invece si prospetta l'ennesima penalizzazione di un
territorio succube di Genova matrigna.
Dal Sindaco del capoluogo e attuale presidente della Provincia della Spezia, ci
aspettavamo più rispetto ed attenzione per il territorio che amministra.
Nell'attesa di un confronto costruttivo fino ad oggi sempre declinato come le era stato
chiesto nel dicembre 2019 per portare a conoscenza delle problematiche
dell'impianto a tutti i Sindaci della Vallata del Magra, impegno giunto a termine per la
gradita disponibilità di tutte le Amministrazioni coinvolte dal Comitato.
Invitiamo il primo cittadino a riflettere sulle proprie affermazioni e di approfondire la
documentazione inviata a tempo debito dal nostro Comitato circa la criticità del
biodigestore.
Oggi stiamo pagando a caro prezzo in termini di salute le scelte industriali del passato
e non possiamo permettere che vengano commessi ulteriori errori di valutazione che
graveranno sulle generazione future".

Comitato di volontariato per la tutela di Ponzano e dintorni

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News