Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 17 Dicembre - ore 00.03

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Cenerini: "Buffonata della sedia vuota, Pd unico responsabile"

Il consigliere comunale ricorda: "Il peccato originale dell’appalto del Felettino è il vecchio Sant’Andrea, che fa parte dell’operazione, valutato 25 milioni e che ne vale forse un quinto".

l'opinione
Cenerini: "Buffonata della sedia vuota, Pd unico responsabile"

- Ci sarà come al solito chi penserà che queste parole sono troppo forti, ma non è così! Anche nei rapporti fra maggioranza e opposizione ci devono essere regole minime di lealtà e correttezza e questa volta l’opposizione ha superato veramente il limite. Giustifichiamo i 5 Stelle, impreparate e senza alcuna voglia di imparare e la Presidente Dina Nobili, inesperta e sottomessa alla strabordante Federica Pecunia, ma quest’ultima non ha giustificazioni!
Il penoso attacco al sindaco: quella buffonata con la sedia vuota e il suo nome, quando sapevano sa benissimo che se avessero chiesto la convocazione delle commissioni apposite, la sanità o quella dei lavori pubblici il sindaco sarebbe venuto, ma loro hanno convocato appositamente una commissione incompetente per creare il caso. Mi meraviglio che altri esponenti dell’opposizione si siano prestati a questa pagliacciata!

Ma veniamo ai fatti chi è il responsabile dell’immobilismo nel cantiere del Felettino? Il sindaco Peracchini come grida questa becera opposizione? No di certo! Il Pd è l’unico responsabile della vicenda e io lo accuso. Vogliamo parlare di come è stata assegnata la gara nel 2015 cara Pecunia, donna di fiducia guarda un po' dell’On. Raffaella Paita, uno degli attori principali della vicenda. Prima ha preso in giro i cittadini con la promessa del Dea di II livello e poi la regione di cui era assessore e candidata contro Toti, ha assegnato a pochi giorni dal voto la gara a Pessina Costruzioni, unica partecipante, che ha vinto con un incredibile ribasso dello 0,01%. La stessa Pessina che salvò il quotidiano l’Unità, che perdeva circa 400.000,00 Euro al mese e della quale diventò A.D. Guido Stefanelli, socio e attuale A.D. di Pessina.

Parliamo chiaro una volta per tutte! Qual è il peccato originale dell’appalto del Felettino? Il vecchio Sant’Andrea, che fa parte dell’operazione, valutato 25.000.000,00 e che ne vale un quinto forse! Allora perché concretizzare l’operazione? Ammettendo la buona fede di tutti i soggetti in causa, perché? Se fossi stato io l’impresa costruttrice, avrei accettato con due possibili prospettive, o presentare delle varianti successive, che mi permettano di rientrare del valore del Sant’Andrea, o perché perdo qua, ma guadagno con altre operazioni. Pessina Costruzioni a quanto riportano vari quotidiani, ha vinto vari appalti in Italia e all’estero, nello stesso periodo, niente da dire ovviamente se non segnalare la vicinanza della stessa al PD e all’ex premier Matteo Renzi, che quando si recò in Iran con una delegazione, della stessa faceva parte l’Ad di Pessina.

Che sia stato un problema il cambio di colore di regione, provincia e comune? L’opposizione non si è nemmeno accorta delle procedure avviate dall’Asl per il recupero della fidejussione da 6,5 milioni di Euro, perché sostiene che Pessina Costruzioni abbia fatto lavori per un importo molto più basso di quello previsto nel periodo preso in esame, incredibile!
Oggi l’opposizione ma soprattutto il Partito Democratico rigira la frittata, cercando di levarsi di dosso le responsabilità che sono solo sue, per aver creato e gestito una gara d’appalto allucinante. Il Pd unico responsabile di questo disastro deve solo vergognarsi e tacere!

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








VIDEOGALLERY

































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News