Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 18 Settembre - ore 20.00

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

"Dipinti come mafiosi per Boss. E a Montemarcello 50mila euro per rassegna di propaganda"

Intervento di Andrea Luporini, Direttivo Arci La Spezia.

"Dipinti come mafiosi per Boss. E a Montemarcello 50mila euro per rassegna di propaganda"

- Spero vivamente di leggere qualche articolo cartaceo sull'iniziativa culturale in programma a Montemarcello.
Cinquantamila euro di contributo da parte della Regione per cinque giorni di eventi. Le Pen, Toti, Rixi, Di Maio, Meloni.
Si attende, fuori programma, anche lo stesso Salvini.
Si parlerà di sovranismo e immigrazione, fra le altre cose.
Senza contraddittorio.
Lecito, ci mancherebbe.
L'evento è realizzato da Regione e Visverbi, agenzia di comunicazione già nota per la manifestazione in memoria di Gianroberto Casaleggio.
Lecito anche questo.
"Sarà presente anche Mentana", dice Toti, per cui è tutto ok.
Venticinquemila euro l'anno scorso per il Del Debbio Show, cinquantamila per Liguria d'autore, quest'anno.
Entrambi gli eventi sono chiaramente, e senza pericolo di smentita, politici e di propaganda. Non di approfondimento.
Vengono stanziati soldi pubblici per eventi di propaganda a favore del governo composto da Movimento CinqueStelle e Lega. Interverranno i maggiori esponenti di questi due partiti. I soldi sono stanziati da una Regione governata dalla Lega e viene utilizzata un'agenzia di comunicazione che si è occupata, tra le altre cose, di curare l'esordio televisivo di Davide Casaleggio. Lecito anche questo.
Tutto lecito.
Ma c'è un ma grosso come una casa.
Ovviamente parlo di BOSS, degli articoli, dei controlli, dell'interpellanza parlamentare pentastellata. Parlo di chi ci ha dato dei mafiosi, più o meno velatamente, a mezzo stampa e a mezzo social.
Trentaduemila euro per un'estate di eventi culturali, ogni giorno, senza nessuna bandiera e nessuna propaganda.
Eravamo mafiosi perché appartenenti a circoli ARCI (costituiti in un comitato, pagando le tasse come qualsiasi esercizio commerciale), perché l'allora sindaco Federici è stato presidente Arci e quindi ci ha favoriti. Ci ha favoriti nel darci in uso un'area deserta, senza bando. Un'area tornata deserta, per cui nessun bando è stato scritto, nel frattempo.
Per tutte queste cose, aspetto trepidante di leggere articoli in cui viene dato del mafioso a Toti, a Di Maio, a Salvini, per uso improprio di soldi pubblici, con l'aggravante della finalità propagandistica. Mi aspetto critiche feroci verso un presidente di Regione che spende cinquantamila euro per un evento politico, in un luogo che rischia di perdere lo status di Parco Naturale a causa di un suo disegno di legge.
Aspetto. Fiducioso.

Andrea Luporini - Direttivo Arci La Spezia

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News