Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 12 Novembre - ore 22.15

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Un'altra stella spezzina in serie B: Ranieri del Foggia

Oltre ai prodotti del vivaio aquilotto c'è anche il difensore di scuola Fiorentina in cadetteria. "Vivo un buon momento, ho lavorato sodo per l'esordio". A fine mese sarà al "Picco" da avversario.

EX CANALETTO
Un'altra stella spezzina in serie B: Ranieri del Foggia

La Spezia - Giovane, spezzino, mancino, gioca in serie B. Simone Bastoni? Pietro Ceccaroni? Chiunque risponderebbe così di prim acchito in riva al Golfo dei Poeti. Ma da qualche giornata c'è anche un terzo nome che si fa largo. E' quello di Luca Ranieri, 19 anni e sei mesi, terzino sinistro del Foggia che si sta imponendo nella formazione di Gianluca Grassadonia. Buttato nella mischia nel derby contro il Lecce un po' a sorpresa, si è fatto trovare pronto in una partita con 15mila persone sugli spalti e un clima di quelli che sanno di calcio vero. "Mi avevano detto che era una partita tra le più sentite del campionato per i tifosi, però ci sono arrivato abbastanza tranquillo. Il motivo? Semplice, ho saputo che avrei giocato solo due ore prima".

Arrivato in estate per sostituire Arturo Calabresi, il romanista ex Spezia che sta facendo tanto bene al Bologna in serie A, lo spezzino di proprietà della Fiorentina si sta conquistando il posto sulla fascia sinistra. "E' un buon momento per me, dopo mesi di duro lavoro. Purtroppo siamo la peggior difesa del campionato, ma non meritavamo di subire così tanti gol. Lavoriamo per migliorare ad ogni allenamento". Le ultime due da titolare, lui che in viola era considerato l'erede di Pasqual. "All'inizio non è stato facile fare il salto tra primavera e prima squadra. C'erano grandi difficoltà, ma mi sono allenato sodo per tutto questo tempo e piano piano mi sono messo in luce", ha ricordato in conferenza stampa in settimana.

Cresciuto nel Canaletto, fu prelevato insieme a Giuseppe Caso, oggi al Cuneo in serie C, quando aveva solo 14 anni in un periodo in cui nell'orbita del capoluogo toscano finiva anche Niccolò Zaniolo. L'approccio è stato ottimo, è arrivato prestoin Primavera e nel 2014 era già nel giro delle nazionali. L'esordio tra i professionisti per adesso è più che positivo. "E' un campionato strano, vedo tante squadre forti. I compagni? Mi hanno detto di stare tranquillo e di divertirmi, di fare quello che sapevo fare". Tra tre settimane sarà qui al "Picco" da avversario della squadra della sua città. Un altro battesimo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia










Solitamente dove acquistate prodotti alimentari?


































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News