Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 30 Settembre - ore 09.45

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Tifo senza assembramenti, il problema esiste | Foto

Ieri per le strade della città un assaggio di quello che potrebbe succedere sulla scorta dei successi dello Spezia, che si gioca la finale per la serie A. Mentre il governo pensa ad una stretta.

l'altro lato della medaglia
Tifo senza assembramenti, il problema esiste

La Spezia - Il dado è tratto. L'entusiasmo per lo Spezia approdato per la prima volta alla finale play off pervade la città. Tra domenica 16 e giovedì 20 agosto gli aquilotti giocheranno per accedere alla serie A. Le scene di passione e gioia che si sono viste ieri sera per le strade del centro potrebbero non restare un unicum. Anzi, se ieri erano qualche centinaia i tifosi che hanno inondato di cori le piazze, la partecipazione non potrà che crescere toccando numeri ancora più importanti. Si pone dunque il problema di evitare assembramenti che inneschino focolai di Covid in un periodo in cui, bene ricordarlo, l'emergenza sanitaria non è ancora finita.
Nessuno vuole passare per colui che propone di tarpare le ali agli sportivi, l'argomento rischia di diventare un tabù soprattutto sotto elezioni. A rompere il silenzio è il consigliere comunale Roberto Centi, primo a sollevare esplicitamente il problema. "Ragazzi e tifosi che ieri sera avete sofferto e festeggiato tutti accalcati per un sogno che si sta realizzando e che ci lascia affascinati e increduli, la nostra squadra - speriamo - in serie A... non posso non dirVi, e pazienza se avrò qualche voto in meno alle elezioni regionali, che se non vi mettete la mascherina e non mantenete un minimo di distanza la tanto sperata (anche da me) serie A l'anno prossimo ce la vediamo tutti in poltrona da casa (ammesso che ci sia il campionato). Scusate ma anche la gioia per lo Spezia non mi fa essere diverso da quello che sono. Forza Aquile!".

Il sindaco Pierluigi Peracchini fa sapere di essere pronto a chiedere alla prefettura il via libera per installare qualche maxischermo all'aperto. L'operazione appare in ogni caso improba. Non è questione di diritti televisivi (tra l'altro il ritorno va anche in chiaro su Rai Sport), quanto sempre di normative anti contagio e ordine pubblico. Ci vorrebbero posti a sedere distanziati, accessi regolamentati e "nominali", nel senso che occorrerebbe registrarsi anticipatamente. Difficile trovare una sedia per tutti, qui si parlerebbe di migliaia e migliaia di persone. Si rischia di ottenere l'effetto contrario, indicando in pratica uno o più punti di ritrovo.
D'altra parte è difficile contenere la voglia di aggregazione. Le immagini di Napoli, dopo la vittoria della Coppa Italia, o di Benevento e Crotone dopo la promozione in serie A ne sono una dimostrazione. Non è però impossibile seguire poche regole basilari: mascherina ed evitare di accalcarsi in primis. A quanto pare il governo è pronto a convocare le Regioni per chiedere di uniformare le norme sugli eventi, sia al chiuso che all'aperto, ovviamente in senso di una restrizione sulla scorta dei numeri dei contagi, non più in diminuzione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Fotogallery

Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News