Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 16 Ottobre - ore 22.30

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Tesoro pungola il Vicenza: "Scarsa personalità e poco attaccamento"

Tesoro pungola il Vicenza: `Scarsa personalità e poco attaccamento`

La Spezia - "La squadra? Mancava la personalità e scarsissimo attaccamento. So di sicuro che quando questa squadra ha provato a giocare a calcio ce l’abbiamo fatta. Ma non siamo stati fortunati e la fortuna aiuta gli audaci. E noi non siamo stati audaci". Suona come un pungolo alla squadra l'ultima conferenza stampa del direttore sportivo del Vicenza Antonio Tesoro. Parole amare e qualche stilettata qua e là. "Sono molto dispiaciuto per l’esito della stagione, le premesse erano già state negative dall’inizio e c’è tanto rammarico perché questa è una piazza importante e non siamo riusciti ad onorarla come era giusto fare. Anzi, con tante prestazioni la abbiamo disonorata. E’ giusto prendersi delle responsabilità e per quel che mi riguarda sono venuto qui a prendermele".

"Si poteva fare tutto molto meglio, ma il calcio è fatto di dinamiche. Alcune funzionano, altre sono state devastanti. L’anno scorso le dinamiche furono positive, quest’anno dall’inizio non lo sono state. A cominciare dal primo giorno di ritiro. Abbiamo avuto chissà quanti infortuni in quel ritiro", ha ricordato l'uomo mercato prima di difendere alcune scelte. "Fabinho? Non pervenuto. Quando è arrivato, sia io che l’allenatore avevamo dato esito ampiamente positivo al suo arrivo, facemmo delle visite approfondite, anche alle vene. Ma se supera le visite mediche e, purtroppo non è mai stato, non ho la presunzione di essere dottore. Brighenti? La sua vicenda non ci ha fatto bene, è stato un altro episodio negativo. Poi ci fu il caso di Raicevic. D’Elia che voleva andare in Serie A, non perché stava male a Vicenza e aveva la valigia in mano. Galano voleva andare via. Tempi di mercato non consoni. E sono sbagli che paghi".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure