Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 22 Luglio - ore 12.00

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Terzi e Valentini rocce, Granoche è ovunque

La difesa regge per mezz'ora gli assalti di Ardemagni e Castaldo, così si vince contro un Avellino di categoria che non molla mai. Piccolo trova il colpo che mancava, per Djokovic un premio al coraggio.

Terzi e Valentini rocce, Granoche è ovunque

La Spezia - Chichizola 6 - Come sempre, e non è del tutto un bene, non deve praticamente mai intervenire prima e dopo il gol. Mette sui piedi di Piccolo un pallone da due contro due con Fabbrini, ma la scarsa collaborazione tra i due non porta a sviluppi interessanti. A un certo punto si vede Ardemagni crollare a terra come una comparsa di Cinecittà.

Vignali 6,5 - E' sua la marcatura su D'Angelo sullo schema da punizione che porta alla rete del vantaggio avellinese. Rispetto all'ultima uscita da terzino però se la cava sostanzialmente bene, pi prudente e più attento nel seguire i movimenti dei compagni di reparto. A un certo punto una reminiscenza da centrocampista lo porta a correre palla al piede fino al limite e provare il tiro.

N.Valentini 7 - Ardemagni lo brucia nell'azione del gol, poi però non lo perde più di vista e di fatto non gli fa toccare palla per il resto del tempo. Nella rirpesa, con Castaldo in campo, la pressione sul centro della difesa aumenta. Tocca di mano all'ora di gioco? Forse, ma forse è un fallo a portarlo al movimento pericoloso. Nel finale spedisce lontano con la testa gli assalti degli ospiti.

Terzi 7 - Che classe quando manda a vuoto in lob Ardemagni per inaugurare un nuovo possesso palla. Preziosissimo di testa sui palloni mandati dentro dalle mezzali, tre azioni su quattro partono dai suoi piedi. Nel finale è tutto un uno contro uno: bisogna respingere palla su palla per portare a casa i tre punti e il verdetto ripaga la fatica.

Migliore 6,5 - Verde non è al massimo e infatti uscirà alla fine del primo tempo, per lui diventa un pomeriggio relativamente leggero nel primo tempo quando si può far vedere in avanti con frequenza entrando anche in area un paio di volte. Nella ripresa arriva un Camara molto più pimpante e gli serve dar fondo a tutte le proprie energie per chiudere tenendo il forte.

Maggiore 6,5 - Senza sbavature per un'ora quando perde il primo pallone cercando un dribbling improbabile a centrocampo. Finisce poi in grande crescendo: a quindici dalla fine break a centrocampo e lancio splendido per Granoche sulla sinistra, poi sarebbe anche pronto in area a prrovare il tiro, ma Pulzetti lo ignora.

Errasti 6 - Non è ancora il maglio dei bei tempi, che batte su chiunque passi la trequarti. Si vedono però i progressi dal punto di vista atletico e della "gamba" del baricentro basco questo Spezia ha grande bisogno. (Dal 10'st Pulzetti 6 - Entra subito con quel piglio guerresco nel momento caldo della partita. Fondamentale il suo pressing per non lasciar respirare l'Avellino nel momento in cu i verdi ce la mettono tutta. Peccato per quel gol mancato veramente di mezzo centimetro).

Djokovic 7 - Ha il coraggio di provare la botta quando serve una scossa: gli vengono in soccorso la poca lucidità di Radunovic, il sole negli occhi del portiere biancoverde. Quando Granoche si allarga sulla fascia, è lui quello che entra in area di rigore per far valere in centimetri in mezzo. Nel finale accorcia il raggio d'azione in soccorso di Migliore chiudendo una bella prova con intelligenza dopo averla iniziata con l'istinto.

Piccolo 6,5 - Nel primo tempo ancora tante incertezze e imprecisioni: sembra di vedere l'artista in crisi d'ispirazione delle ultime uscite per tutto il primo tempo. Poi inizia la ripresa con una sgroppata nella ripresa che viene fermata con un fallo al limite (ci stava il giallo per D'Angelo). La punizione conseguente sfiora la traversa di niente. E' il suo momento: ecco il sinistro perfetto per l'inserimento di Granoche (dal 31'st Datkovic - )

Granoche 7 - Con quella corsa a schiena dritta arriva come un fulmine su un pallone che forse è entrato o forse no. E' leader in ogni momento, parla tanto con i compagni e questa non è una caratteristica che hanno in tanti nei bianchi. Gioca a tutto campo, poi quando in area gli danno un pallone da schiacciare nell'angolo, c'è solo da alzare le braccia al cielo.

Fabbrini 6 - Gli ci vuole un po' per carburare, ma già al decimo parte in azione solitaria verso la porta senza trovare il varco giusto. Lui e Piccolo giocano spesso da solisti, chissà cosa potrebbero fare se riuscissero a duettare un po' di più. Ah, a proposito: benvenuta Vittoria! (dal 33'st Baez 6 - Pochi minuti, ma con quell'aggressività che a inizio stagione gli era mancata. E' in forma e si vede).

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure