Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 28 Novembre - ore 20.54

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Telefonata alla Lazio: "Ci vediamo allo stadio Picco"

Lavori a tappe forzate, intanto lo Spezia Calcio ha già informato l'avversaria della decima giornata della prospettiva di lasciare Cesena. Arrivati i prefrabbricati per l'area media, saranno allestiti nei prossimi giorni.

attività frenetica
Telefonata alla Lazio: "Ci vediamo allo stadio Picco"

La Spezia - Per ora sono un gruppo di container parcheggiati nel piazzale dietro la tribuna dello stadio "Alberto Picco". Presto diventeranno dei piccoli studi televisivi, allestiti con regia e zona di posa e anche abbelliti esternamente. Una soluzione provvisoria, che però basterà a portare la serie A alla Spezia a partire dalle prossime settimane. Per la precisione dal 5 dicembre, che si conferma essere l'obiettivo alla portata per il vero esordio della città sul proscenio massimo del calcio italiano. Negli scorsi giorni il segretario generale dello Spezia Calcio, Pierfrancesco Visci, ha fatto una telefonata a Formello per informare la Lazio, avversaria della decima giornata, che la prospettiva di abbandonare Cesena è reale.
Una comunicazione di cortesia che a due settimane e mezzo di distanza permetterà al club biancoceleste di organizzare l'eventuale trasferta nel Golfo della Spezia. Anche da questo punto di vista, un grande club di serie A è un'esperienza del tutto nuova per il territorio. Una società di quel calibro muove tra le cinquanta e le sessante persone circa tra atleti, dirigenti, accompagnatori e tecnici. In virtù delle norme anti Covid, ognuno necessita di u alloggio singolo. Anche solo trovare un albergo alla Spezia con abbastanza disponibilità diventa un problema, contando che già l'NH è appannaggio della truppa di Vincenzo Italiano. Certo la pandemia è in questo senso un alleato nello svuotare le strutture ricettive.

Nel frattempo si lavora a tappe forzate al Picco. In settimana sono state messe in funzione le luci installate sulla copertura dei distinti, che offrono un bel colpo d'occhio. Tecnici si aggirano per il campo, strumenti in mano, per sincerarsi che in ogni angolo del campo di gioco si garantita la giusta illuminazione. I fari vengono quindi direzionati per colmare eventuali zone d'ombra. Un lavoro delicato, di cui viene tenuta informata la Lega di serie A continuamente con foto e relazioni sullo stato di avanzamento.
I nuovi gruppi illuminanti rimarranno patrimonio del Picco qualunque sia l'esito del campionato in corso. Il fatto che per l'area media, elemento fondamentale per uno stadio di massima serie, si utilizzino invece moduli prefrabbricati non è una scelta dettata solo dall'urgenza di migliorare il servizio. In caso di salvezza e di un secondo campionato di serie A, quelle strutture temporanee potrebbero non essere più ritenute idonee dalla commissione della Lega preposta a valutare gli stadi. E allora sarà più facile smantellarle per mettere mano ad una soluzione definitiva, che vada di pari passo con il rifacimento della tribuna.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News