Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 29 Settembre - ore 22.15

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Squadra che vince non si cambia, vale per entrambe

Italiano e Nesta blindano gli allenamenti, ma la sensazione è che confermeranno buona parte dell'undici che è approdato in finale. Frosinone con Novakovich e Ciano, nello Spezia ancora Galabinov con Nzola esterno.

le probabili formazioni
Squadra che vince non si cambia, vale per entrambe

La Spezia - Un giorno di scarico e due di lavoro light. Italiano e staff non toccano nulla nei pochi giorni che portano alla finale d'andata. Ieri lo Spezia ha preso un charter da Pisa per Roma, da lì in pullman fino al ritiro. Oggi riattivazione muscolare e poi tanta concentrazione per non sbagliare quella che potrebbe essere la partita decisiva per decidere chi va in serie A. Il Frosinone ha 120 minuti di turno preliminare in più sulle gambe e 24 ore di riposo in meno. Davanti all'importanza del momento sono dettagli, ma suggeriscono che i ciociari spingeranno forte dai primi minuti del match in casa per indirizzare subito la doppia finale.
Un po' come fece il Chievo, prendendo di sorpresa gli aquilotti che poi reagirono di nervi, furono graziati da un palo e infine trovarono nella spinta della città la forza per la grande rimonta al ritorno. Di rimonta arrivano anche i gialloblù a questa finale, capaci di colpire il Pordenone nei primi minuti e poi di amministrare contro una squadra che era apparsa estremamente brillante solo tre giorni prima. Insomma, Spezia e Frosinone arrivano entrambe di slancio alla finale con alle spalle un percorso recente di non troppa continuità ma avendo dimostrato di poter vincere contro chiunque. I bianchi con la forza del collettivo, i laziali grazie alle invenzioni dei singoli.

Qui Spezia. Allenamenti blindati a Follo, poco più di un'oretta al primo imbrunire per evitare l'afa che esala dal fiume Vara. La sensazione è che Italiano si affiderà allo stesso undici che ha ribaltato Aglietti al Picco. Quindi davanti a Scuffet ancora Ferrer, Erlic, Terzi e Vitale (più di Ramos). In mezzo Matteo Ricci in regia, con Bartolomei e Maggiore (favorito su Mora) sulle mezzali. Tridente con Galabinov centrale e la velocità di Gyasi e Nzola sulle ali. Per tenere alto il pallone, prendere alle spalle una formazione già affrontata dopo il lockdown, soffrendo molto nel primo tempo e pagando caro una distrazione nel secondo.
Qui Frosinone. Per Alessandro Nesta unica variante obbligata è quella relativa a Haas, il più presente in stagione, squalificato dal giudice sportivo. Imprescindibili Novakovich e Ciano in questi play off per lui. L'americano tiene su la palla e fa reparto, il fantasista inventa e decide le partite. Si va verso il 3-5-2, con Dionisi e Ardemagni dunque in panchina. Centrocampo con Maiello e Rohden sicuri di una maglia, l'altra se la giocano Gori e Tribuzzi con il primo favorito. Sugli esterni ci sono Salvi sulla destra (Paganini variante offensiva) e Beghetto sulla mancina. Davanti a Bardi il terzetto Krajnc, Ariaudo e Brighenti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News