Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 06 Dicembre - ore 15.00

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Spezia per la nona volta al quarto turno, mai promosso in trasferta

Brescia, Torino, Fiumana, Venezia, Genoa, Pescara e Salernitana prima del Palermo.

Spezia per la nona volta al quarto turno, mai promosso in trasferta
La Spezia - Lo Spezia a Palermo gioca domani per la nona volta i sedicesimi di finale della Coppa Italia, che ha già superato in cinque occasioni dall'edizione 1936/37 a quella 2015/16. Da Luciano Benassi a Sergio Postigo, una storia lunga che attraversa buona parte del calcio italiano e la sua evoluzione. L'1-0 contro il Brescia che portò i ragazzi di Guido Gianfardoni a sfidare il Fanfulla agli ottavi e poi l'Ambrosiana Inter ai quarti fu siglato proprio dal versiliese Benassi, arrivato quell'anno dal Minerva Milano. Era il 19 marzo del 1937.
Un anno dopo Benassi avrebbe segnato ancora ma senza poter contrastare la forza del Torino allenato da Gyula Feldmann che vinse per 2-4 al "Picco" davanti a 1.900 spettatori. A segnare due reti ai bianchi proprio lo spezzino Gino Rossetti, che l'anno dopo sarebbe tornato a vestire l'aquilotto. Nel 1938 un'altra sconfitta casalinga, fu il Venezia a imporsi con un gol di Andreis a cinque minuti dalla fine.

In piena guerra, nel 1941 e 1942, fu il Rijeka - pardon, la Fiumana - la sfidante degli aquilotti in due edizioni consecutive. La prima volta ci pensò il viareggino Lamberto Lippi con una rete ai tempi supplemetari a propiziare la qualificazione. Missione più semplice l'anno dopo, con un secco 4-0 frutto di una doppietta di Eusebio Castigliano, del gol di Giovanni Costanzo e dall'autorete di Paulinich. Gol e spettacolo nel Genoa-Spezia dell'edizione 1942/43. Finì 5-3 per i genovesi con le doppiette di Ispiro e Conti e la rete di Neri per i rossoblù, le marcature delle tre "C" - Costa, Castigliano e Costanzo - per gli aquilotti.
E' l'utimo sedicesimo, o quarto turno, del periodo prebellico. Relegato in terza serie, lo Spezia affronterà la Coppa Italia di serie C per diverse stagioni, vincendola anche due volte. Poi ci penseranno Ebagua, Sansovini e Rivas nel 2013 a firmare il passaggio del turno a scapito del Pescara. Calaiò e Postigo gli autori del 2-0 sulla Salernitana nel 2015. Aquilotti mai vincitori in trasferta.
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure